BISCOTTI ORZO E NOCCIOLE vegani

Seconda puntata del caffè con la mia amica vegana; dopo aver preparato i biscotti alle castagne mi sono detta che è sempre bello proporre delle alternative. Eccomi allora che impasto ed inforno anche i biscotti orzo e nocciole…ovviamente vegani!

Sono biscotti rustici, friabili e molto saporiti, adatti per soddisfare la voglia di buono e per accompagnare un momento di relax. La farina di orzo è davvero ottima per preparare dolci e, abbinata alle nocciole tritate grossolanamente, forma un impasto molto gustoso.

biscotti orzo e nocciole
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    circa 20 biscotti
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 140 g Farina di orzo
  • 70 g Zucchero di canna
  • 50 g Nocciole
  • 55 g Acqua
  • 40 g Olio di semi
  • 1/2 cucchiaino Bicarbonato
  • 1/2 cucchiaino Essenza di vaniglia

Preparazione

  1. Mettete nella ciotola del frullatore la farina di orzo con le nocciole; azionate per qualche secondo in modo da ottenere un composto sabbioso.

    Potete lasciare le nocciole tritate in modo più o meno grossolano a seconda dei vostri gusti.

  2. Unite anche l’acqua, l’olio, lo zucchero di canna ed il bicarbonato. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo quindi stendetelo sul piano di lavoro infarinato.

    Ricavate le forme che preferite e disponete i biscotti sulla placca del forno coperta con un foglio di carta antiaderente.

  3. biscotti orzo vegani

    Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 15-18 minuti quindi fate raffreddare i biscotti su una griglia.

Ti piace Profumo di Vaniglia?

Non perdere le NUOVE RICETTE! Se vuoi essere sempre aggiornato seguimi sui social: FacebookInstagramTwitterPinterest

 

Cibo per la mente

Se siamo invecchiati, accetteremo di essere vecchi; se siamo giovani, lo accetteremo a prescindere dalle situazioni in cui ci troveremo, semplicemente lo accetteremo.

Una volta realizzata questa capacità di accettazione, saremo in gran misura liberi dalla sofferenza; quando saremo pronti a lasciare la sofferenza, sarà lei a lasciarci in maniera naturale, spontaneamente.

Akong Tulku Rinpoche

 
Precedente BISCOTTI ALLE CASTAGNE vegani Successivo INVOLTINI DI PLATESSA con noci e olive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.