Crea sito

Come Congelare le Verdure

Avere delle verdure sempre disponibili in congelatore è un gran vantaggio, per quando si ha poco tempo per prepararle (e soprattutto per pulirle) o quando non si può andare a fare la spesa. Quindi ho pensato di dedicare un piccolo spazio che ho proprio intitolato “come congelare le verdure” per farti vedere quale metodo utilizzo io.
Non serve troppo tempo, nè alcuna abilità o strumentazione particolare, solo qualche accorgimento.
Vediamo allora insieme come procedere!

COME CONGELARE LE VERDURE
DifficoltàMolto facile
CostoMolto economico

Materiali

  • Verdura che vuoi congelare
  • 1 Pentola
  • 1 Ciotola con acqua fredda e ghiaccio
  • Vassoi o contenitori bassi e larghi
  • 1 Ramina o colino o altro utensile con i buchi
  • Sacchetti da congelatore
  • 1 Canovaccio

Istruzioni

  • Conoscere il procedimento corretto su come congelare le verdure è importante: vediamo insieme gli accorgimenti essenziali e il procedimento:


  • 1. Le verdure che si possono congelare sono molte.
    Altre invece, come per esempio l’insalata, è meglio evitare perché, scongelandole, si affloscerebbe.

    2. Per ottenere un buon risultato è bene utilizzare verdura fresca, non troppo matura.

    3. Le verdure vanno pulite, lavate e sbollentate

    4. Dopo averle fatte sbollentare si prelevano dall’acqua calda con l’uso di un utensile con buchi e si dispongono su un canovaccio pulito per farle asciugare e poi si congelano in vassoi o contenitori piatti e larghi distribuendole in modo che siano ben distanziate fra loro.
    Dopodichè, non appena saranno ben congelate, si possono disporre all’interno di sacchetti per poterne scongelare, all’occorrenza, la giusta quantità necessaria.
    È inoltre opportuno segnare sul sacchetto la data di congelamento.

    5. La scongelatura deve essere fatta direttamente in cottura scegliendo il procedimento utile alla realizzazione della preparazione in cui si vogliono impiegare le verdure congelate (a vapore, bollitura, padella con spezie e aromi ecc…)

  • BROCCOLI e CAVOLFIORI:
    Pulire il broccolo o cavolfiore e dividere le cimette le une dalle altre. Pelare il gambo del broccolo e tagliarlo in pezzetti.
    Lavare tutto sotto l’acqua corrente. Sbollentare per circa 4-5 minuti e poi riporre le verdure in una ciotola piena di acqua e ghiaccio per bloccare la cottura.
    Dopodichè disporre le varie parti del broccolo o cavolfiore su un canovaccio per farle asciugare e proseguire con i suggerimenti scritti al punto 4.

    CARCIOFI:
    Privare i carciofi delle punte e delle foglie esterne più dure e lavarli sotto l’acqua corrente. Sbollentare per 7 minuti e procedere con le indicazioni scritte al punto 4.

    PISELLI:
    Sgusciare i piselli separandoli dal baccello. Lavarli sotto l’acqua corrente e sbollentarli per 3 minuti circa. Proseguire con i suggerimenti scritti al punto 4.

    SPINACI:
    Separare le foglie dai gambi ed eliminare eventuali foglie ingiallite. Usare solo foglie intere e belle verdi. Lavare sotto l’acqua e sbollentare per massimo 2 minuti. Proseguire con i suggerimenti scritti al punto 4. Gli spinaci non devono essere congelati separando ciascuna foglia ma è bene comunque congelarli in piccole porzioni usando piccoli contenitori.

    ASPARAGI:
    Pulirli eliminando la parte finale e dura. Sbollentarli per circa 4 minuti e proseguire con i suggerimenti scritti al punto 4.

    FAGIOLINI:
    Pulirli eliminando le estremità e il filo, lavarli sotto l’acqua e sbollentarli per 3 minuti. Proseguire con il punto 4.

  • L’acqua utilizzata per sbollentare le verdure non va buttata via, potete utilizzarla per preparare risotti, brodi di verdure o per cuocerci dentro la pasta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.