Patate in insalata Parmentier

Patate in insalata Parmentier: dopo averle preparate solo una volta, non vi accontenterete più di condire le patate con solo olio e aceto.

Patate in insalata Parmentier
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15/20 minuti
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Uova 4
  • Patate 750 g
  • Aceto di vino bianco 5 cucchiai
  • Brodo (caldo) 6 cucchiai
  • Sale e pepe nero q.b.
  • Cipolle 2
  • Maionese 125 g
  • Panna fresca liquida 1 bicchiere
  • Cerfoglio (o prezzemolo) 1 mazzetto

Preparazione

  1. Patate in insalata Parmentier

    Immergete le uova in un pentolino pieno di acqua bollente e lasciatele rassodare in 8 minuti.

    Passatele quindi sotto l’acqua corrente, sgusciatele e lasciatele raffreddare.

    Lavate e raschiate le patate, mettetele in una casseruola, copritele con acqua e mettetele sul fuoco.

    Quando l’acqua comincerà a bollire, calcolate ancora mezz’ora di cottura.

    Quindi sciacquate le patate un attimo sotto l’acqua fredda, sbucciatele mentre sono ancora calde, tagliatele a cubetti e mettetele in una terrina.

    Mescolate in una scodella tre cucchiai di aceto con il brodo, una presa abbondante di sale, un pizzico di pepe e versate il miscuglio sulle patate.

    Tritate tre uova sode e le cipolle, poi spargete il trito sulle patate.

    Amalgamate in un’altra scoldella la maionese con la panna e insaporitela con una buona presa di sale, una punta di coltello di pepe e il restante aceto.

    Lavate, asciugate il cerfoglio (o il prezzemolo), tenetene da parte alcune foglioline per la decorazione e tritate finemente il resto.

    Aggiungetelo alla maionese, incorporatela delicatamente alle patate e lasciatele riposare per mezz’ora.

    Tagliate l’ultimo uovo a fette, disponete le patate in insalata Parmentier in una insalatiera e servitele guarnite con le fettine d’uovo sodo e le fogliettine di cerfoglio tenute da parte.

Precedente Patate gratinate con emmental Successivo Patate Hasselback

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.