Patate al gratin

Patate al gratin:  il classico esempio di come realizzare dei piatti sublimi con ingredienti poveri e un poco di fromaggio. Adatta anche a vegetariani.

Patate al gratin
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20/25 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Patate 1 kg
  • Cipolle 3
  • Peperoni verdi 2
  • Emmentaler 300 g
  • Margarina vegetale (per ungere) 30 ml
  • Sale e pepe bianco q.b.
  • Aglio in polvere q.b.
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Burro 30 g

Preparazione

  1. Lavate molto bene le patate, disponetele in una pentola, copritele con acqua e fatele lessare per mezz’ora.

    Nel frattempo sbucciate le cipolle e affettatele sottilmente.

    Aprite a metà i peperoni, eliminando i semi interni, lavateli, asciugateli e tagliateli a listarelle sottili.

    Scottate quindi le cipolle e i peperoni per 3 minuti in acqua bollente.

    Tagliate anche il formaggio a fettine molto sottili.

    A cottura terminata scolate le patate, passatele per un attimo sotto l’acqua corrente, sbucciatele e tagliatele a fette dello spessore di circa un centimetro.

    Ungete con la margarina una pirofila e adagiatevi dentro le patate, il formaggio, le cipolle e i peperoni, disponendoli a “squame”.

    Salate, pepate, insaporite con una presa di aglio in polvere e irrorate il tutto con il vino bianco.

    Distribuitevi sopra il burro a fiocchetti e disponete la pirofila sul ripiano più basso del forno già caldo.

    Lasciate quindi gratinare le patate al gratin per 15 minuti a 240° e servitele poi nello stesso recipiente di cottura.

Precedente Pasticcio di funghi in padella Successivo Patate al guanciale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.