Lussekatter di S. Lucia

Il 13 dicembre è la festa di S. Lucia, una ricorrenza festeggiata soprattutto nei paesi nordici ma anche in alcune regioni d’Italia.
Io l’ho conosciuta grazie alle ricette di questi fantastici panini, o briochine a forma di chiocciola.

Il giorno di S. Lucia è la festa della luce perchè avviene nel giorno più corto e più buio dell’anno, proprio il 13 dicembre (dal calendario fino alla riforma gregoriana).

Svegliamo i nostri cari con una favolosa colazione a base di questi panini, marmellate, tè o caffè, proprio la mattina del 13 dicembre.

 

 La particolarità di questi panini, o briochine di pasta lievitata è che nell’impasto c’è lo zafferano che le rende di un colore caldo e alle estremità hanno un chicco di uvetta passa.

Esistono innumerevoli ricette di questi panini.
Io anche se li ho fatti una volta sola, ho elaborato una ricetta con poco burro ma con la presenza del formaggio spalmabile che le rende morbide e più leggere.
Al posto dell’uvetta ho usato i cranberry secchi che danno una nota diversa.

INGREDIENTI

  • 200 gr di farina 00
  • 250 gr di farina Manitoba
  • 1 bustina di lievito di birra secco
  • 150 gr di latte intero fresco
  • 60 gr di burro
  • 60 gr di formaggio spalmabile fresco
  • 1 cucchiaino di sale dolce di Cervia o sale fino
  • 80 gr di zucchero semolato
  • 2 bustine di zafferano
  • 2 uova
  • 16 Cranberry secchi o uvetta sultanina
  • 1 uovo intero + poco latte per spennellarle

ISTRUZIONI

  • In una ciotola setacciare insieme le farine e lo zucchero. Aggiungere il lievito secco e mescolare con un cucchiaio.
  • In una casseruola, sul fuoco molto dolce scaldare il latte e scioglierci il sale, il burro e lo zafferano. Lasciare intiepidire.
  • In una ciotola sbattere le uova con il formaggio spalmabile, con una frusta, fino a creare un composto morbido e omogeneo, privo di grumi.
  • Mettere il composto farinoso nella ciotola della planetaria, o in una ciotola più grande. Unire prima il composto di latte, tiepido, poi quello di uova e attivare la planetaria per 20 minuti a velocità bassa. Se occorre, se il composto è troppo morbido si possono aggiungere i 50 gr di farina scartati all’inizio. Risulterà comunque un bel composto morbido e umido ma liscio. Mettere a riposare in frigo per 1.2 ore e l’impasto si asciugherà e sarà pronto per la lievitazione e per essere lavorato.
  • Prendere l’impasto e rilavorarlo brevemente. Farne una palla e adagiarlo in una capiente ciotola, coperta da coperchio o da un canovaccio, metterlo in un ambiente caldo a lievitare finchè ha raddoppiato di volume.
  • Prendere l’impasto e versarlo su un piano dilegno cosparso di farina.Tagliarlo a metà, ogni impasto a sua volta a metà, e nuovamente ognuno a metà, fino ad ottenere 8 palline di impasto. Da ognuna ricavare dei rotolini allungati e arrotolarli “a chiocciola”. Posizionare ogni chiocciola su una teglia ricoperta da carta forno imburrata.Coprite e lasciateriposare un’ora.
  • Accendere il forno, modalità statico, a 180°.

In una ciotolina, sbattere con una forchetta, l’uovo con poco latte e spennellare ogni panino. Su ogni estremità posizionare un chicco di uvetta o di cranberry. Infornare e cuocere finchè sono cotte e dorate, circa 25-30 minuti.

RECIPE NOTES

Sono ottimi sia al naturale sia tagliati a metà e spalmati di marmellata.

Sono fantastici tagliati a metà e farciti di salumi, maionese e formaggi stagionati.

Conservateli in sacchetti di plastica, ben sigillati per pochi giorni.

 

“Lucia entra nella nostra casa buia
con la sua luce accesa.
Santa portatrice di luce.
Lucia”

Precedente Tortine ai lamponi e acqua di rose Successivo Panettone farcito al cioccolato

4 commenti su “Lussekatter di S. Lucia

I commenti sono chiusi.