LE ROSE DI PRIMAVERA

 

Si tratta di pasta fresca a forma di rose,  adatte  a una domenica, appunto di primavera.
Farcite con un ripieno formato da svariati ingredienti, che durante la cottura si fondono uno nell’altro creando un sapore unico.
Morbide, saporite, deliziose.

La ricetta è della mia nonna Jolanda, mamma di mia mamma.
Mia nonna Jolanda abitava in campagna, e come tutte le contadine romagnole era una grande lavoratrice. Aveva frutteti di meli, peri, peschi, viti, alberi di ciliegi, albicocchi, prugni. Coltivazioni di barbabietole, cocomeri, meloni….  Allevamenti di galline, piccioni e conigli. Quando ero molto piccola aveva anche le mucche.
Nonna Jolanda ha allevato anche  6 figli e come  tutte le famiglie di una volta erano una famiglia molto numerosa.
Grande cuoca con  tutti i suoi prodotti. Tanta pasta fresca con le sue uova, quindi lasagne, tagliatelle e cappelletti. Arrosti di polli e conigli. Brodi di gallina.

A un certo punto ha tirato fuori, proprio per Pasqua, questo tipo di pasta al forno, molto particolare per la varietà degli ingredienti nel ripieno. 
Disse che la ricetta l’aveva avuta da una sua parente che aveva un ristorante.
Piacque subito a tutti, anche a me che allora ero, una bambina inappetente.
Da allora per Pasqua, ci invitava a mangiare le sue rose di primavera, e da quando lei non c’è più, continuo io a farle, per Pasqua, le sue rose di primavera.

 





Ingredienti:
una sfoglia di lasagne di 4 uova
150 g di mortadella 
150 g di prosciutto cotto 
2 mozzarelle
300 g di ricotta
150 g di emmenthal
500 g di spinaci
2 uova sbattute
parmigiano grattugiato
besciamella quanto basta



Nonna faceva ovviamente, una grande sfoglia, tirata a mano. Io non amo fare la pasta fresca, nemmeno con la macchinetta. Quindi compro i fogli di pasta fresca per lasagne (non quella secca) rettangolari 22×15. Le faccio lessare nell’acqua bollente per pochi minuti, le tuffo in una ciotola di acqua fredda, le scolo e le asciugo con un canovaccio pulitissimo. 


Per il ripieno: 
Lessare gli spinaci in acqua bollente, scolarli, salarli e tritarli.
Tritare il prosciutto cotto e la mortadella.
Tagliare a dadini piccolini le mozzarelle e l’emmenthal.
Lavorare a crema la ricotta.
Unire insieme tutti gli ingredienti, unire le due uova sbattute e parmigiano grattugiato a piacere. . Salare e pepare.


Ricoprire le sfoglie di lasagne col ripieno. Arrotolarle come nella foto.
Tagliare quindi tanti tronchetti.
Stendere nella teglia da forno uno strato di besciamella, disporre le roselline in modo ordinato. 
Ricoprirle di besciamella a piacere, spolverare di parmigiano grattugiato.
Infornarle a 180°  per circa mezz’ora. I formaggi devono fondersi e la besciamella deve gratinare.

 



BUONISSIME VERAMENTE!

Precedente QUI CUCINA POESIE DI ZUCCHERO E FARINA Successivo CUPCAKES PARADISO DI CIOCCOLATO

4 commenti su “LE ROSE DI PRIMAVERA

  1. Sono annnnni che non le mangio!!!! Grazie per avermi fatto tornare indietro col tempo!!!!Buona giornata

  2. Ciao Natascia! Sono felice che la mia idea "Un libro, un film, una ricetta" ti sia piaciuta! Certo che puoi partecipare, ti chiedo di contattarmi in privato via mail oppure aggiungimi su facebook, mi trovi tra le bloggalline, basta che cerchi Beatrice Rossi, così ti spiego meglio l'idea :)A presto!Tra l'altro mi sono unita ai tuoi followers, me l'ero perso per strada il tuo blog ed hai pure partecipato alla mia raccolta, sono davvero imperdonabile :(Spero di sentirti presto!

I commenti sono chiusi.