Crea sito

CASTAGNACCIO ALLE PERE, CIOCCOLATO E NOCI

Il castagnaccio è un dolce storico, classificato tra i piatti “poveri”. Veniva cucinato dalle massaie contadine nelle zone appenniniche, dove le castagne erano alla base dell’alimentazione. In autunno, dopo la raccolta delle castagne, con le prime farine, questo è il momento giusto per cucinare un castagnaccio buono e genuino. Immagino le nostre nonne cucinare questa torta sottile e cuocerla nella stufa a legna. Col profumo delle castagne e del rosmarino.

Alla maggioranza delle persone non piace. Ma lo sbaglio sta nel volerlo mangiare in purezza. Provate a  gustarlo accompagnato da morbida ricotta di mucca freschissima e irrorato da miele di castagno. E un bicchiere di vino novello! Scommetto che si ricrederanno!
Ci sono molte varianti regionali che prevedono altri ingredienti come  scorza d’arancia, semi di finocchio e frutta secca.
Questa versione che vi propongo non è una versione tradizionale e pochi la conosceranno. Ma avvicinerà al castagnaccio chi proprio non ne vuole sapere. Ho aggiunto nella pastella un poco di zucchero; una pera non troppo matura e non troppo acerba, sbucciata e tagliata a cubetti; delle noci tritate grossolanamente e delle gocce di cioccolato fondente. Il risultato è una torta più dolce e umida, golosa ma ugualmente sana. E non aggiungo altro…..

 

INGREDIENTI
                                                     Per una tortiera quadrata 20 x 20
200 g di farina di castagne
40 g di zucchero semolato
4 dl di acqua
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva leggero
1 pera Abate matura e soda
40 g di gocce di cioccolato fondente
25 g di gherigli di noce
1 pizzico di sale
1 noce di burro per imburrare la tortiera da forno
pangrattato per la tortiera
infine zucchero a velo da spolverare sopra
Imburrate uno stampo quadrato da 20 cm di lato e spolveratelo col pangrattato.
Riunite in una ciotola la farina di castagne con lo zucchero e il sale. Incorporate l’acqua miscelata con l’olio e mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
Spargere sulla superficie la pera sbucciata e tagliata a dadini, le gocce di cioccolato e le noci spezzettate.
Cuocere nel forno a 180° per 35 minuti. O finchè toccando la superficie non la sentite solida e gommosa. 
Buonissima anche da tiepida. Spolveratela con lo zucchero a velo, se volete, solo al momento di servirla.
Conservatela in frigorifero per 4 – 5 giorni. Servitela a temperatura ambiente. Questa è una versione più da dessert,  adatta da essere accompagnato più da un buon tè. O a fine pasto.
                                                   Baci da Natascia