BRIOCHE SOFFICE SFOGLIATA

Per colazione mi piace variare:  pancake, muffin, toast salato, biscotti col tè….. ma il  cornetto all’italiana  con   il cappuccino con la schiuma, secondo me è il più goloso e confortante.

Io amo i lievitati, in passato facevo spessissimo il pane e ho fatto anche varie volte i croissant francesi (con tanto burro) e i panbrioche.
Questa versione l’ho trovata nel web, non ricordo dove, ma me l’ero appuntata perchè è più leggera. Di solito il burro per la sfogliatura era di 250 g., in questa ricetta se ne usano solo 50 g., io ne ho messo 100 g. che è comunque molto meno del solito, e sono venute soffici ugualmente.






Non c’è niente che mi dia più soddisfazione che sfornare i croissant fatti da me. E constatare che sono buone come  quelle  del bar!


Ho impiegato un’intera giornata, ma i tempi di riposo sono molto lunghi.



Ingredienti:
240 g di farina Manitoba
210 g di farina 00
120 g di zucchero
200 ml di latte
60 g di ricotta
12 bustina di lievito di birra
1 uovo
pizzico di sale
100 g di burro morbido  per sfogliare


Mettete in planetaria tutti gli ingredienti fino a formare una pasta omogenea, aggiungere il latte poco alla volta in base all’assorbenza della farina.
Se non si ha la planetaria impastare a mano per almeno 20 minuti.
Metterla a lievitare,  coperta in un luogo lontano dalle correnti d’aria, fino al raddoppio.

Quindi prendere l’impasto, stenderla su un piano infarinato,  col matterello, a forma di rettangolo, molto sottilmente.  Spalmare tutta la superficie  col burro morbido, quindi ripiegate la sfoglia su se stessa, in tre parti. Mettere in frigo a riposare per un’ora. 

Terminato il tempo di riposo, prendere la pasta e col matterello tirarla sottilmente a forma di rettangolo. Piegarla di nuovo su se stessa, in tre parti e riporla nuovamente in frigo per un’ora.
Ripetere questo procedimento altre tre volte.
(In questi tempi di riposo io ho fatto altri lavori,  sono anche uscita  e a volte ho fatto passare anche di più. Dicono che la pasticceria è una scienza esatta, ma anche così approssimativamente, mi sono venute ottime brioche!) 

Terminata la sfogliatura, in modo da finire alla sera circa alle 20, tirare l’ultima volta la sfoglia in un rettangolo sottile, tagliarla a triangoli, arrotolarli su se stessi per formare i cornetti e metterli a lievitare sulla placca ricoperta di carta forno, nel forno spento e chiuso, per tutta la notte, circa 10 ore.

Al mattino appariranno lievitati e pronti per essere infornati a 180°, in  forno statico, per circa 20 minuti.



Con questo impasto, a me  sono venute 16 brioche  di pezzatura media, se le fate più grandi ne vengono meno, chiaramente, e viceversa.
Io non le cuocio tutte, ma metto a lievitare solo quelle che consumiamo il mattino seguente.
Le altre, le congelo e le conservo in freezer.
Quando le voglio consumare, la sera prima le passo sulla placca del forno per tutta la notte, dove si scongelano e lievitano nello stesso tempo, per avere al mattino le brioche calde.

Io le spolverizzo di zucchero a velo.


Tavolino e sedie La maisons du monde
Vetrina Ikea

Precedente CROSTATA DI FICHI E ROSMARINO Successivo LA TORTA DI S. MICHELE

7 commenti su “BRIOCHE SOFFICE SFOGLIATA

  1. Ciao Natascia! Intanto ti ringrazio per essere passata dal mio blog, ricambio con piacere soprattutto dopo aver visto queste meraviglie! Io invece non sono brava con i lievitati ma mi piacciono tantissimo, e hai proprio ragione farsi i croissant da sola deve essere una grande soddisfazione. Buona domenica 🙂

  2. adoro sfornare, ma con i croissants non ho ancora provato, quando il lavoro e' lungo, ho paura di scocciarmi e interrompermi a meta'!!!Prima o poi li provero' i tuoi fantastici croissant, lo prometto!!!Baci Sabry

  3. Meravigliosi… devono essere di una morbidezza…. immagino la bontà e il profumino! Complimenti!!! Io non sono forte con i lievitati ma.. quanto mi piacciono! 😀 Bravissima, un abbraccio e buon inizio settimana <3

I commenti sono chiusi.