Tagliatelle fritte dolci di Carnevale

Le tagliatelle fritte dolci di Carnevale hanno le loro radici nella tradizione popolare emiliano-romagnola,dove le massaie hanno saputo trasformare una preparazione semplice (le tagliatelle appunto) in un delizioso dolce che viene consumato durante il Carnevale.
Ingredienti poveri che sono presenti in tutte le cucine: uova e farina per l’impasto tradizionale che viene poi cosparso di abbondante zucchero e buccia di limone grattugiata.
La magia avviene durante la frittura: questi meravigliosi rotolini assumono un bellissimo colore dorato e lo zucchero si caramella rendendole dolcissime!
Il segreto fondamentale per ottenere un risultato perfetto è quello di far riposare la pasta in due tempi: questo passaggio farà sì che i rotolini rimangano compatti in cottura.
Irresistibilmente croccanti,sorprendentemente caramellate e con un delizioso retrogusto agrumato,queste tagliatelle fritte dolci sono davvero buonissime: faranno la gioia di grandi e piccini!

Tagliatelle dolci fritte
  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • PorzioniPer circa 35 rotolini
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

g 300 Farina 00
3 Uova
g 250 Zucchero semolato
2 Limoni biologici
q.b. Olio di semi per friggere

Strumenti

Grattugia
Mattarello
Padella per friggere

Preparazione delle Tagliatelle dolci fritte di Carnevale

Mettiamo la farina e le uova nella ciotola della planetaria (oppure disponiamo la farina a fontana sul piano di lavoro e rompiamo le uova al centro).

Impastiamo a lungo (con la planetaria usiamo il gancio) fino ad ottenere un bel panetto liscio e sodo.

Avvolgiamo la pasta nella pellicola e lasciamo riposare a temperatura ambiente per mezz’ora.

Trascorso questo tempo tiriamo la sfoglia sottile con il mattarello. Deve avere uno spessore di 2/3 millimetri.

Grattugiamo la buccia dei limoni direttamente sulla superficie della sfoglia.

Cospargiamo di zucchero.

Tagliatelle dolci fritte

Arrotoliamo la sfoglia molto stretta sul lato lato più lungo e lasciamo riposare per mezz’ora.

Tagliamo il nostro salsicciotto a fette di circa un cm di spessore.

Tagliatelle dolci fritte

Lasciamo i rotolini così ottenuto a riposare sul piano per altri 30 minuti.

Scaldiamo l’olio in un pentolino e friggiamo pochi rotolini alla volta fino a quando risulteranno ben dorati.

Scoliamo su un piatto rivestito di carta assorbente.

Gustiamo le nostre tagliatelle dolci fritte così oppure cosparse di zucchero a velo.

Tagliatelle dolci fritte

Tagliatelle dolci fritte: conservazione e consigli utili

Dal momento che contengono zucchero,quest’ultimo verrà in parte rilasciato nell’olio durante la frittura: il consiglio è quello di friggerne poche alla volta e di sostituire l’olio a metà operazione.

Se non avete tempo di lasciar riposare la pasta inserite uno stuzzicadenti in modo che attraversi ogni rotolino da una parte all’altra e friggete subito.

Le tagliatelle dolci fritte si conservano in un contenitore ermetico per qualche giorno.

Da provare assolutamente anche le profumatissime frittelle di mele e le frittelle del Luna Park,morbide e golose!

Seguitemi sulla pagina Facebook Pocaspesatantaresa,su Instagram Pocaspesatantaresafoodblog e sul canale Telegram

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da pocaspesatantaresa

Moglie e mamma a tempo pieno con la passione per la cucina,in particolar modo dolci e lievitati ? L'idea del blog nasce dall'esigenza di realizzare ricette semplici e gustose con un'occhio al portafoglio,adatte a tutta la famiglia. Insieme a me ci sono due piccoli "aiutanti",i miei bimbi: insieme ci divertiamo a mettere le mani in pasta,a decorare torte e biscotti e,ovviamente,ad assaggiare il risultato delle nostre fatiche culinarie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.