Frittelle di fiori di acacia

Frittelle di fiori di acacia: una ricetta da provare assolutamente!

Le acacie o robinie nel mese di maggio regalano una fioritura intensa e profumata: quante volte,passeggiando in campagna,abbiamo notato alberi carichi di questi grappoli di fiori bianchi,magnifici,attorno ai quali ronzano instancabili le api?

Ebbene,questi fiori profumatissimi non solo regalano un miele dolcissimo ma sono anche commestibili: in molte regioni italiane è tradizione farli in pastella salata da servire come antipasto oppure dolce.

I fiori di acacia fritti sono semplicissimi da fare ma si possono gustare solo in questo periodo: una buona scusa per fare una salutare passeggiata all’aperto e raccogliere qualche grappolo di questi fiori!

Grazie al loro sapore delicato le frittelle di fiori di acacia si prestano perfettamente ad essere consumate così o cosparse di zucchero per una versione golosa.. a voi la scelta,io vi lascio la ricetta semplicissima 🙂

Frittelle di fiori di acacia
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Minuto
  • Porzioni4/6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera

Ingredienti

Raccogliamo i grappoli di fiori in un cestino in modo che non si schiaccino.

Per le frittelle di fiori di acacia

16 grappoli di fiori di acacia
200 ml acqua (meglio frizzante)
5 cucchiai farina
1 pizzico sale fino

Per la versione dolce

q.b. zucchero semolato

Per friggere

q.b. olio di semi

Strumenti

1 Ciotola
1 Frusta a mano

Passaggi

Preparazione delle frittelle di fiori di acacia

Laviamo accuratamente i grappoli di fiori,lasciandoli a bagno nell’acqua per eliminare eventuali piccoli insetti poi li mettiamo ad asciugare sulla carta assorbente.

Nel frattempo prepariamo la pastella: uniamo acqua,farina e un pizzico di sale in una ciotola e mescoliamo con una frusta.

La pastella dovrà risultare priva di grumi e leggermente liquida per non appesantire troppo i fiori ed esaltarne il sapore: se fosse troppo densa aggiungete acqua,nel caso contrario aggiungete un poco di farina.

Mettiamo a scaldare l’olio e quando sarà pronto immergiamo e rigiriamo un grappolo alla volta nella pastella tenendolo dal gambo,in modo da ricoprirlo uniformemente: lasciamo scolare la pastella in eccesso e friggiamo per pochi secondi un paio di grappoli alla volta.

Non appena i fiori risulteranno dorati e croccanti li scoliamo su un foglio di carta assorbente: procediamo così fino ad esaurire i fiori.

Serviamo subito così o cosparsi di zucchero per la versione dolce.

Frittelle di fiori di acacia

Frittelle di fiori di acacia: conservazione e consigli utili

Le frittelle di fiori di acacia vanno consumate subito o al massimo entro qualche ora.

Se non avete consumato tutti i fiori che avete raccolto potete conservarli in frigorifero per un giorno al massimo.

Provate anche queste golosissime e profumate frittelle di mele!

Se questa ricetta vi è piaciuta cliccate sulle stelline qui sotto per lasciare il vostro feedback 🙂

Seguitemi sulla pagina Facebook Pocaspesatantaresa,su Instagram Pocaspesatantaresafoodblog e sul canale Telegram

Clicca qui per tornare alla home

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da pocaspesatantaresa

Moglie e mamma a tempo pieno con la passione per la cucina,in particolar modo dolci e lievitati ? L'idea del blog nasce dall'esigenza di realizzare ricette semplici e gustose con un'occhio al portafoglio,adatte a tutta la famiglia. Insieme a me ci sono due piccoli "aiutanti",i miei bimbi: insieme ci divertiamo a mettere le mani in pasta,a decorare torte e biscotti e,ovviamente,ad assaggiare il risultato delle nostre fatiche culinarie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.