Pesce azzurro

Il pesce azzurro non è un pesce, bensì una serie di pesci che tipicamente hanno un colore azzurro-verde, pescato in grandi quantità, dal costo veramente basso, ma molto buono e ricco di omega-3. Trattiamo i pesci di piccole dimensioni (non tonno e pesce spada anche se compresi nella stessa terminologia).

Non è facile acquistarlo già pulito, e questo è uno dei motivi che scoraggia la gran parte delle persone perchè non sanno come pulire il pesce.

Io dò per scontato che chi prepara da mangiare sappia farlo (cuochi di professione a parte), ma non è così.

In questo senso, sono fortunata a saperlo fare, perchè ha fatto parte della mia educazione domestica. Sia le mie nonne e sia mia madre mi hanno insegnato tantissime cose perchè, in quanto donna, in un futuro non troppo lontano (questi discorsi ho iniziato a sentirli a sette anni) avrei dovuto farmi una famiglia e quindi, in piena autonomia, avrei dovuto occuparmi della preparazione dei piatti da portare a tavola per colazione, per pranzo e per cena.

I tipi di pesce azzurro più comuni sono: alici o acciughe, sardine, sarde e sgombri.

A questo punto, ecco pochi passi per pulire il pesce:

  • si inizia togliendo la testa (con le mani oppure con le forbici);
  • poi si apre la pancia per estrarre le interiora;
  • lavare sotto acqua corrente per eliminare eventuali squame (le hanno le sarde);
  • in alcune ricette il pesce azzurro viene utilizzato senza lisca e per toglierla ci si deve aiutare con un coltellino tagliente, in modo da dividere in due il pesce per estrarre la lisca.

Ed ecco il risultato:

Alcune semplici ricette per apprezzare questo alimento (le trovate nel blog):

  • Sarde e alici al forno gratinate
  • Alici marinate
  • Frittura di sarde e alici
  • Pasta con sarde e pomodorini

Non mi resta che augurarvi buona preparazione e buona degustazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.