Pane di semola rimacinata

Questo pane è chiamato “pane di Matera” ed è un prodotto IGP lucano. Viene solitamente cotto in forno a legna, ma anche cotto nel forno elettrico, come quello di casa mia, il sapore è favoloso. La crosta è croccante ed il colore scuro è dovuto al tipo di farina utilizzata. Io stessa pensavo fosse difficile da fare, invece mi sono ricreduta ed ora lo preparo molto spesso. Ottimo per fare le bruschette.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

primo impasto

  • 650 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • 350 gacqua tiepida

secondo impasto

  • 50 gacqua tiepida
  • 12 glievito di birra fresco
  • 10 gsale fino
  • 12 gzucchero

Strumenti

  • Planetaria

Preparazione

Questa ricetta può essere realizzata anche impastando a mano, rispettando gli stessi tempi, tranne quelli dell’impasto, perchè a mano ci vuole più tempo per ottenere un impasto che non si attacca alle mani. Per la forma si può optare per una forma tonda oppure a baguette.

primo impasto

  1. Nel bicchiere della planetaria mettere l’acqua e la farina. Impastare prima al minimo e poi a velocità media per qualche minuto.

    Quando l’impasto sarà perfettamente impastato e si staccherà dalle pareti, fermare la planetaria e coprire l’impasto con un telo di cotone, facendo attenzione a non far toccare l’impasto.

    Mettere l’impasto in una coperta e lasciar riposare per 2 ore.

secondo impasto

  1. Mettere in un bicchiere l’ acqua avanzata ed aggiungere zucchero e lievito di birra. Mescolare con un cucchiaino in modo da sciogliere sia lo zucchero sia il lievito. Far riposare per 5 minuti.

  2. Riprendere l’impasto per la seconda lavorazione. Partendo con velocità minima aggiungere il lievito sciolto ed impastare per circa 2 minuti a velocità media.

    A questo punto aggiungere il sale ed impastare per altri 2 minuti.

    Quindi, fermare la planetaria e coprire l’impasto con un telo di cotone, facendo attenzione a non far toccare l’impasto.

    Mettere l’impasto in un luogo tranquillo avvolto in una coperta e lasciar riposare per almeno 7 ore, meglio se per una notte intera. D’estate non serve la coperta e le 7 ore di lievitazione sono più che sufficienti.

  3. Trascorso il tempo della lievitazione, trasferire l’impasto su un piano infarinato e stenderlo con le mani fino ad ottenere un ovale.

  4. Avvolgere su se stesso l’impasto prima da un lato e poi dal lato opposto. Quindi appoggiare una metà sull’altra e schiacciarla leggermente.

    Dare al pane la forma di un ferro di cavallo e con il coltello praticare tre tagli.

    Adagiare il pane su una teglia e infornare in forno già caldo a 250 gradi per circa 30 minuti.

  5. Abbassare la temperatura a 180 gradi per circa 15 minuti e poi a 150 gradi per gli ultimi 15 minuti.

    Togliere dal forno il pane e farlo raffreddare su una grata in modo che non si formi umidità sulla base.

  6. Di seguito i passaggi per formare la classica forma del pane di Matera.

Variante

Si può dare alla pasta lievitata la forma di un filone, sempre piegandolo due volte su se stesso.

2,0 / 5
Grazie per aver votato!

1 commento su “Pane di semola rimacinata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.