Orecchiette con seppie e piselli

Le Orecchiette con seppie e piselli sono un primo di pesce che non passa mai di moda, troverete molte varianti, chi le preferisce col pomodoro, chi con un pizzico di peperoncino, una cosa che deve accumunarle tutte è che le seppie devono risultare tenere, il segreto per ottenere delle seppie morbide è nella cottura ma anche e soprattutto nella scelta di materie prime di qualità.. molto buono con le seppie e i piselli è anche il risotto.. io ho utilizzato le  Orecchiette casarecce perchè mi piace il formato che possa racchiudere la verdura piccola come i piselli e perchè sono belle corpose e donano al piatto una marcia in più..

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4 porzioni

Ingredienti

  • Seppie 300 g
  • Piselli surgelati 200 g
  • cipolla mezza
  • Vino bianco mezzo bicchiere
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Prezzemolo tritato 1 cucchiaino
  • Sale

Preparazione

  1. Per preparare le Orecchiette con seppie e piselli si comincia così.. tagliare a listarelle le seppie, tritare la cipolla molto finemente e soffriggerla in una padella con l’ olio.. appena imbiondisce sfumare col vino e lasciar evaporare.. aggiungere i piselli e far cuocere per circa dieci minuti poi aggiungete le seppie e coprite col coperchio.. lasciar cuocere ancora dieci minuti, dopodichè aprite, regolate di sale e girate.. coprite di nuovo spegnendo il fuoco.. si ammorbidiranno con il vapore stesso..nel frattempo cuocete in acqua abbondante salata le vostre orecchiette, scolatele e versatele direttamente nella padella col pesce e i piselli, salatatele un minuto, cospargetele col prezzemolo tritato e impiattate..  le vostre Orecchiette con seppie e piselli sono Pronte!!

Note

Ho scelto di abbinare alle Seppie con i piselli in bianco Legàmi, un Fiano di Avellino   delle Cantine Catena dal profumo fruttato, agrumato e con note di tropicale, perfetto per i piatti di pesce, un vino con un buona freschezza, persistente, equilibrato, omogeneo ma giustamente spinto leggermente verso l’acidità. Servitelo ad una temperatura di 10°-12°

Se ti piacciono le mie ricette e ti va di essere sempre aggiornato sulle pubblicazioni,seguimi nella mia pagina Fb

(Visited 1.081 times, 51 visits today)
Precedente Torta di zucca cotta Successivo Dolce di panettone e crema

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.