Peperonata

La Peperonata è un contorno davvero sfizioso e saporito. Perfetto per una bella scarpetta visto il succo e l’ aroma che rilasciano i peperoni. La Peperonata si fa in molte maniere, ognuno secondo la sua ricetta; ne ho assaggiate molte e le ho trovate tutte gustose. Solitamente i peperoni non sono molto digeribili per parecchie persone, io non ho mai avuto problemi. La mia peperonata è senza pomodoro (noto che molti aggiungono la passata), ha invece capperi e olive nere che donano quei sapori in più dal gusto tutto mediterraneo. Buona il giorno dopo o se ve ne avanza, o ne avete preparata un bel pò è perfetta per essere congelata e utilizzata quando più vi piace.

 

 

  • 3 peperoni rossi e gialli
  • una manciata di capperi
  • 15/20 olive nere col nocciolo
  • 4 cucchiai di olio extra vergine d’ oliva
  • sale

Per preparare una buona Peperonata si comincia così: pulire bene i peperoni svuotandoli dai semi, e dai loro filamenti bianchi, farli a listarelle e metterli tutti dentro un’ampia padella dove sul fondo avrete messo l’ olio. Aggiungete i capperi sciacquati e sgocciolati sia che utilizziate quelli sottaceto che quelli sotto sale. Mettete pure le olive nere e coprite facendoli appassire. Prima iniziate con una fiamma bella alta, poi quando sarà ben calda la padella potete abbassare un pò. Girate di tanto in tanto e ricoprite la padella perché il vapore ammorbidirà i peperoni e ne conserverà il sapore. Quando saranno belli afflosciati potete spegnere. La vostra Peperonata è Pronta !!

 

Ho deciso di abbinare la Peperonata ad un vino bianco siciliano,  Ficiligno dell’azienda Baglio di Pianetto, che ho scoperto grazie a un servizio di wine delivery. Sommelier Wine Box è un “wine club” che consente di ricevere a casa una scatola di 3 vini, secondo una tematica enologica sempre nuova. Le bottiglie sono selezionate da sommelier esperti fra le piccole cantine italiane e io ho ricevuto la box dedicata ai vini delle sabbie. Con le 3 bottiglie (rigorosamente a sorpresa!) ho ricevuto vari materiali informativi, utili per gli appassionati ma anche per i non esperti: le note di degustazione, una lettera con le storie delle 3 cantine e i consigli di abbinamento dei vini.

Date un’occhiata alla selezione del mese!

Io ho deciso di proporvi un mio abbinamento, che potrebbe sembrare azzardato ma non lo è affatto. Provare per credere!

Se ti piacciono le mie ricette e ti va di essere sempre aggiornato sulle pubblicazioni, seguimi nella mia pagina Fb

Se provate a realizzare questa ricetta mandatemi una foto alla mia pagina Facebook  avrò l’onore di pubblicarla in un album con tutte le ricette  fatte da voi

 

(Visited 7.734 times, 7.739 visits today)
Precedente Pane di segale polacco Successivo Girelle alla confettura di mirtilli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.