Gelato al caffè su stecco, senza gelatiera

Il Gelato al caffè è sempre stato uno dei miei preferiti, fin da bambina..ma ovvio che non mi veniva concesso..adesso posso sceglierlo tranquillamante e meglio ancora preferisco farlo in casa con semplici ingredienti reperebili..è una sorta di gelato semifreddo, al suo interno ci sono le uova, il composto resta morbido e cremoso e potete tranquillamante metterlo sullo stecco che non avrà problemi..se non avete gli stampi adatti va bene anche con un semplice bicchierino di palstica, tipo quelli dello yogurt o usa e getta e al suo centro inserite una palettina..adesso vi lascio la ricetta, mi raccomando deve riposare in frigo almeno 3 ore..il bello di questo gelato al caffè è che non occorre la gelatiera..basterà un semplice sbattitore e qualche ciotola..se volete farlo ad altri gusti basterà sostituire il caffè a qualche sciroppo a vostra scelta, tipo amarena, menta, o anche della frutta frullata può andar bene..sbizzarritevi con la fantasia in base ai vostri gusti.. con un unico composto ognuno avrà il suo preferito..

200 ml di panna fresca
80 gr di zucchero
3 uova
2 tazzine di caffè

 

Per preparare il Gelato al caffè su stecco si comincia preparando appunto un buon caffè..lo fate poi  freddare..in una ciotola montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una spuma chiara e gonfia..aggiungere il caffè e mescolare ancora..a parte montare gli albumi..in un’altra ciotola montare anche la panna..unire tutti gli ingredienti ed amalgamare delicatamente..versare negli stampi prescelti..congelare per almeno 3 ore..dopo questo riposo il vostro Gelato al caffè su stecco è Pronto!!
gelato-6449
Si conserva in frigo per circa 30 giorni,magari una volta freddato completamente copritelo con della pellicola per alimenti in modo da non fargli prendere altri odori del congelatore
Se ti piacciono le mie ricette e ti va di essere sempre aggiornato sulle pubblicazioni,clicca mi piace sulla mia pagina Fb

(Visited 1.460 times, 13 visits today)
Precedente Crostatine con crema alle nocciole, che resta morbida Successivo Farro freddo, piatto estivo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.