Coda di rospo o rana pescatrice in potacchio

La Coda di rospo o rana pescatrice in potacchio è un secondo di mare davvero succulento..la rana pescatrice o coda di rospo è un pesce molto prelibato dalle carni magre,perfetto per i bambini perchè a parte un tubicino centrale in cartilagine non contiene lische,nota negativa, non è tra i pesci più economici..la ricetta in potacchio prevede l’utilizzo del rosmarino e l’aglio dando al pesce un buon sapore aromatico..la cottura è molto semplice, si comincia con un leggero soffritto e poi prepariamo la salsa..infine rimettiamo il pesce in cottura per assaporare il tutto..sicuramente la rana pescatrice in potacchio è un piatto degno della classica scarpetta..una variante della ricetta per trasformare il secondo in un primo è quella di spolpare il pesce ( a ricetta conclusa s’intende) e farlo a pezzettini e utiizzare il tutto come condimento per un buon piatto di pasta..dal secondo al primo,con la solita ricetta..

500 gr di rana pescatrice
400gr di pomodorini
un rametto di rosmarino
uno spicchio d’aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
olio extra vergine d’oliva
sale
Per fare la ricetta della Coda di rospo o rana pescatrice in potacchio si comincia così..tagliare a pezzi la rana pescatrice..tritare insieme lo spicchio d’aglio ( privato dell’anima interna) e gli aghi del rosmarino con un pò d’olio..soffriggerlo in una padella per qualche minuto..aggiungere il pesce e rosolarlo da tutte le parti,finchè sarà leggermente dorato..sfumare col vino e lasciare evaporare a fiamma vivace..a questo punto togliere il pesce e tenerlo da parte..dividete a metà i pomodorini e aggiungeteli al fondo di cottura del pesce..mettere un pizzico di sale, il peperoncino e mezzo bicchiere di acqua calda..coprire e cuocere per circa 10 minuti,finoa che tenderanno a sfarsi..mettere di nuovo il pesce in padella, regolare di sale..un paio di minuti per far assaporare il tutto e ci siamo..la vostra Coda di rospo in potacchio è Pronta!!
rana pescatrice-5936Alla Coda di rospo o rana pescatrice in potacchio ho abbinato un Inzolia in purezza, un vino bianco fresco ed equilibrato dalla giusta acidità, delle Cantine Settesoli

Se ti piacciono le mie ricette e ti va di essere sempre aggiornato sulle pubblicazioni,seguimi nella mia pagina Fb

 

(Visited 6.413 times, 700 visits today)
Precedente Pollo in umido con funghi Successivo Lasagne porri e prosciutto

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.