Crea sito

Strudel con cime di rapa e salsiccia

Lo strudel con cime di rapa e salsiccia è una vera delizia per il palato.
Si tratta di un’originale rivisitazione del tipico dolce arrotolato e ripieno che solitamente si prepara con le mele.
Ho pensato, perché non preparare una versione salata utilizzando come ripieno le cime di rapa?
Il risultato è stato una vera delizia. Poi il connubio cime di rapa e salsiccia è sempre vincente. Per cui, se avete voglia di qualcosa di succulento e saporito, che scateni l’appetito al primo sguardo e che sia anche semplicissimo da preparare questa ricetta farà proprio per voi.
Questo strudel salato sarà perfetto per ogni occasione e può essere preparato con largo anticipo.
Che stiamo aspettando? 😀 Cuciniamolo insieme!

strudel con cime di rapa
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 rotoloPasta Sfoglia rettangolare
  • 500 gCime di rapa
  • 250 gSalsiccia di prosciutto
  • 1 spicchioAglio
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Peperoncino
  • q.b.Vino bianco
  • q.b.Latte o Albume (per spennellare)
  • q.b.Sale grosso

Preparazione

  1. Iniziamo la preparazione dello strudel con cime di rapa e salsiccia occupandoci delle cime di rapa: puliamole eliminando i gambi più coriacei e le foglie più dure o rovinate.

    Tagliamo le foglie a pezzi, mantenendo le cime intere.

    Laviamole bene sotto acqua corrente.

  2. Sbollentiamole in abbondante acqua salata per circa 5 minuti.

    Scoliamole e mettiamole in uno scolapasta di modo che perdano i liquidi in eccesso.

    Consigli: 

    1- per mantenere le cime di rapa verdi basterà aggiungere (oltre al sale grosso) anche un pizzico di bicarbonato all’acqua di cottura, prima di cuocerle.

    2- se non trovate le cime di rapa potete sostituirle con con i friarielli o con i broccoletti.

    3- Le cime di rapa sono tipiche del periodo invernale per cui, come spesso faccio io, potete acquistarne una quantità maggiore, sbollentarle velocemente in acqua e sale, per poi congelarle (ovviamente ben sgocciolate) in modo da poterle utilizzare anche fuori stagione.

  3. Occupiamoci ora della salsiccia: utilizzando un coltello facciamo un’incisione, eliminiamo il budello e preleviamo la carne con le mani.

    Schiacciamo leggermente la salsiccia in modo da sgranarla e riduciamola in pezzetti.

    Facciamo scaldare una padella con un filo d’olio.

    Appena ben calda, uniamo la salsiccia e cuociamola per pochi minuti, sgranandola con un cucchiaio di legno.

  4. Quando sarà ben dorata, alziamo la fiamma e sfumiamo con un goccio di vino bianco.

    Lasciamolo evaporare.

    Spegniamo quindi il fuoco e trasferiamo la salsiccia in un piatto (teniamola da parte).

  5. Nella stessa padella, aggiungiamo uno spicchio d’aglio in camicia (cioè con uno strato di buccia e leggermente schiacciato), un altro pò d’olio e del peperoncino fresco sminuzzato.

    Pieghiamo leggermente la padella da un lato, in modo tale da concentrare bene l’aglio ed il peperoncino nell’olio (così facendo l’aglio profumerà l’olio senza bruciarsi e sprigionerà tutto il suo aroma, senza essere invadente come sapore).

  6. Una volta ben insaporito l’olio (se non vi piace, eliminiamo l’aglio, altrimenti lasciamolo in padella per poi eliminarlo alla fine) uniamo anche le cime di rapa.

    Ripassiamole in padella per qualche minuto, in modo che si insaporiscano.

  7. Una volta pronte lasciamole intiepidire e poi sminuzziamole con un coltello.

  8. Possiamo dar forma al nostro strudel con cime di rapa.

    Prendiamo il rotolo di pasta sfoglia e stendiamolo su un piano di lavoro, con la sua carta forno alla base.

    Con un mattarello andiamo a tirare un po la sfoglia in modo da renderla il più sottile possibile.

  9. strudel con cime di rapa

    Aggiungiamo le cime di rapa su tutta la superficie lasciando circa 2-3 centimetri di spazio vuoto sui bordi.

  10. strudel con cime di rapa

    Uniamo anche la salsiccia, sbriciolandola ulteriormente con le mani.

  11. strudel con cime di rapa

    Arrotoliamo la pasta sfoglia su se stessa, in modo da formare un rotolo.

    Aiutiamoci con la carta forno alla base.

  12. Ottenuto un rotolo, richiudiamo accuratamente i bordi laterali in modo da non far uscire il ripieno.

    Sigilliamoli ulteriormente premendo con i rebbi di una forchetta.

    Pressiamo leggermente con le mani sulla superficie dello strudel in modo da appiattirlo un po.

  13. strudel con cime di rapa

    Pratichiamo dei piccoli tagli sulla superficie dello strudel.

    Infine, spennelliamolo con un goccio di latte.

    CONSIGLIO: se volete renderlo ancora più lucido al posto del latte potete spennellare con un po di albume!

  14. strudel con cime di rapa

    Trasferiamo lo strudel con cime di rapa e salsiccia su una placca da forno con la carta forno alla base.

    Cuociamo lo strudel salato in forno ventilato preriscaldato a 180 °C per circa 40 minuti.

    Se utilizzate il forno in modalità statica alzate la temperatura a 200°C.

    Sara pronto quando risulterà ben dorato.

  15. strudel con cime di rapa

    Quindi sforniamolo e lasciamolo intiepidire prima di servirlo!

  16. strudel con cime di rapa

    Sarà un vero e proprio trionfo di sapori.

  17. strudel con cime di rapa
  18. Se vi piacciono le mie ricette, venite a trovarmi sulla mia pagina

    Facebook (cliccando qui) ,

    su Instagram (cliccando qui),

    su Pinterest(cliccando qui)

    e divertitevi con me in cucina per rendere ogni piatto un arcobaleno di colori e sapori ! 🙂

    Potete seguirmi anche su YouTube (troverete il mio canale cliccando qui) e restare aggiornati anche sulle mie video-ricette.

    Scorrendo in fondo alla pagina troverete altre mie ricette consigliate 😀

    Per tutte le altre ricette visitate il mio blog

    –> cliccando qui.

    Basterà sfogliare il menù e troverete tante ricette semplici e sfiziose.

    Sono a vostra disposizione per qualsiasi dubbio, domanda o chiarimento per cui non esitate a contattarmi 😀

    Isabella

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *