Zuppa di Pesce

In pescheria non si va con un’idea precisa in testa… si va e si decide al momento! Stavolta c’era uno scorfano che mi chiamava, il resto è venuto da se!

Per 4 persone:

2 Cocci

1 Scorfano

1 Lucerna

1 Manfrone

600 gr di vongole

8 fette di pane casareccio

500 gr di passata di pomodoro

400 gr di pomodorini in barattolo

2 spicchi di aglio

Olio E.V.O., sale, peperoncino, prezzemolo q.b.

In tutto ho preso 1100 gr di pesce + le vongole.

zuppa1

Mettere le vongole in un tegame basso e largo, coprire, accendere il fuoco e lasciarle aprire senza condimenti. Toglierle dal tegame, filtrare la loro acqua e tenerla da parte.

Nello stesso tegame mettere 3 cucchiai di olio, il peperoncino e gli spicchi di aglio, farlo colorire leggermente, quindi aggiungere il pomodoro, il sale, il prezzemolo tritato e l’acqua di cottura delle vongole.

Far cuocere 10 minuti coperto, poi adagiarvi il pesce e portare a cottura coprendo nuovamente. Il tempo necessario dipende dalle dimensioni dei pesci, se avete pezzi grandi e pezzi piccoli differenziate la cottura inserendo nel tegame prima i più grandi e aggiungete i più piccoli in un secondo tempo. In generale comunque il pesce cuoce in poco tempo, non eccedete altrimenti vi viene fuori una pappa…

Nel frattempo tagliare a cubetti 4 fette di pane e lasciare intere le altre 4, mettere tutto in una teglia da forno, irrorare con un goccio d’olio e far tostare a 200° per qualche minuto.

zuppa3

Quando il pesce sarà cotto aggiungere le vongole e lasciare insaporire qualche minuto.

zuppa2

Disporre le 4 fette di pane intere sul fondo di una pirofila, adagiarvi sopra il pesce e le vongole e un buon quantitativo di sugo.

Mettere in 4 scodelle il pane a cubetti, inzupparlo con il restante sugo e servire il tutto.

zuppa4

Dunque… il servizio in un unico piatto è senza dubbio figo, fa scena e tutto… però è dannatamente scomodo, soprattutto se avete ospiti… quindi se siete in famiglia poco male se partono schizzi di sugo e qualche pesce si rompe. Ma se volete preparare per ospiti vi consiglio di servire in piatti singoli, mettendo una fetta di pane in ogni piatto e completando con un pesce… 😉

Ridunque… papà m’ha preso in giro per 1 ora per averci messo dentro il manfrone… secondo me ci stava bene, ma in effetti è un pesce che rimane abbastanza compatto e secondo lui sarebbe stato meglio farlo arrosto… di fatto non si trova facilmente quindi dubito che possiate porvi il problema, ma se proprio voleste porvelo tagliate la testa al toro e sostituitelo con 200 gr di gamberi!!! 😛