Torta Paradiso

Appena tornata a Roma, apro il frigo e trovo una montagna di uova e nemmeno un dolcino ad attendere Valeria la sera… ma non esiste proprio!!!!

Per uno stampo da 26 cm:

150 gr di tuorlo d‘uovo

120 gr di albume d’uovo

300 gr di burro

300 gr di zucchero

150 gr di maizena

150 gr di farina

1 bustina di lievito

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

20 gocce di olio essenziale di limone

Zucchero a velo q.b.

Burro e farina per lo stampo

Ammorbidire il burro (2 vie: il microonde o prenderlo a mattarellate, oggi ho scelto la seconda opzione! Basta mettere il burro tra due fogli di carta da forno e percuoterlo con energia con un mattarello o qualsiasi altro corpo contundente abbiate a disposizione… efficace e taaaanto liberatorio! :P), quindi montarlo insieme a metà dello zucchero.

Aggiungere il tuorlo poco alla volta, aggiungendone ancora solo quando l’aggiunta precedente è stata completamente assorbita. Aggiungere anche l’olio essenziale di limone e l’estratto di vaniglia.

Setacciare farina, maizena e lievito nel composto di burro, uova e zucchero e amalgamare il tutto.

Montare gli albumi a neve, quindi aggiungervi lo zucchero restante, continuando a montare.

Incorporare gli albumi al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontarli.

Versare il tutto in uno stampo a cerniera imburrato e infarinato.

Infornare a 180° per circa 40 minuti, vale comunque la prova stecchino!

Lasciare raffreddare prima di sformare.

Spolverare di zucchero a velo… e cercare di resistere alla tentazione di farla fuori tutta!!!!

paradiso copia