Le Ciambellette di Zia Silvana

Zia Silvana era la sorella di mia nonna materna, nonché la produttrice delle migliori ciambelle al vino e biscottoni al latte che abbia mai assaggiato in vita mia… fortunatamente la sua ricetta è stata incamerata da una delle sorelle di mia mamma ed è finalmente giunta fino a me!

Per un mare di ciambelle:

250 ml di vino bianco

250 ml di olio E.V.O.

500 gr di zucchero

1 bustina di lievito

1 kg di Farina

Scorza grattugiata di arancia o limone

Vino bianco e zucchero per le finiture q.b.

Farina per il piano di lavoro q.b.

Miscelare olio e vino, aggiungere lo zucchero e la scorza di limone grattugiata. Aggiungere quindi la farina e il lievito. L’impasto risulterà un po’ appiccicoso ma non aggiungete farina oltre le dosi previste, perchè diventerebbe più facile da lavorare, ma il sapore finale ne risentirebbe troppo, senza contare che diventerebbero una sorta di sampietrini ricoperti di zucchero! Piuttosto spolverizzate parecchia farina sul piano di lavoro e utilizzatela per aiutarvi nella preparazione delle ciambelle.

Staccare dei pezzetti di impasto, formare dei cilindretti, unire i margini a formare la ciambella, quindi inzuppare immediatamente da un solo lato prima nel vino e poi nello zucchero. Posizionare le ciambelle su una teglia rivestita di carta da forno, con il lato zuccherato rivolto verso l’alto.

Cuocere in forno a 150° per circa 20°, devono essere ben dorate.

Ovviamente non saranno mai uguali alle originali, Zia Silvana le cuoceva nel forno a legna… il paragone non esiste!

ciamb copia

P.S. Quando zia mi ha dato la ricetta mi è venuta una ruga in fronte… l’originale non prevedeva 1 kg di farina, ma “farina quanto basta”….

Io:“zia, ma più o meno quanta farina sarà???”

Zia: “quanta se ne prende!!!” con un’aria inorridita come se le avessi chiesto se la terra è tonda o piatta…

Era follia sperare di avere indicazioni più precise, quindi mi sono munita di bilancia e santa pazienza, ho fatto svariati tentativi, ho prodotto anche i sampietrini di cui parlavo prima, e alla fine sono giunta alla conclusione che per queste dosi 1 kg di farina è perfetto.