La Carbonara

Facile a dirsi… uno dei piatti cardine della cucina romana, rimaneggiata in tutti i modi da chiunque. In effetti qualche dubbio ce l’ho anche sulla ricetta che uso io, però l’ho presa su un vecchissimo libro di ricette romane doc, sicuramente è più attendibile di tante altre!!!

Per 3 persone:

300 gr di pasta (io mezze maniche, ma il classico sarebbero gli spaghetti)

3 uova

150 gr di guanciale

100 gr di pecorino grattugiato

Sale, pepe, pecorino q.b.

Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata.

Nel frattempo che la pasta cuoce, tagliare il guanciale a cubetti e metterlo in una padella ampia senza aggiungere nulla.

Farlo rosolare fin quando non sarà ben colorito.

Battere le uova con 70 gr di pecorino, poco sale e una generosa macinata di pepe.

Quando la pasta sarà cotta, passarla nella padella con il guanciale, farla insaporire, poi trasferire il tutto nella pentola dove è stata lessata.

Aggiungere le uova  e il restante pecorino e amalgamare il tutto, senza accendere il fuoco, mi raccomando! Non è pasta con le uova strapazzate, è carbonara e deve essere cremosa!!!!

Servire subito spolverando con pecorino grattugiato!

carbonara