PASTA UN POCO PAZZA

PASTA UN POCO PAZZA – Ricetta di Piero Benigni – E’ un piatto di mia creazione semplice e povero, ma buonissimo, delicato e appagante. Si può usare qualunque tipo di pasta corta, preferibilmente di cottura un po’ lunga. Quella che ho usato sono “calamari” di Gragnano, avanzo di una calamarata memorabile, ma vanno bene le penne, le casarecce, i paccheri o quello che volete. Se ve la sentite, prendete una padella un po’ più grande e fatela con gli spaghetti: anche se non entrano tutti in padella, lo faranno appena la parte dentro si sarà cotta un po’ e si piegherà.
Cotta in questo modo la pasta ci mette 16-18 minuti ad essere pronta, giusto quanto necessario alla cipolla per cuocersi al punto giusto e alla zucchina (tagliata a dadini piccoli) a sfarsi per creare una crema di fondo.
Essendo in isolamento, cucino per me soltanto: ricetta e foto sono quindi per una persona. Sarà facile regolarsi per più porzioni.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni1
  • CucinaItaliana

Ingredienti per una persona

  • 1cipolla da circa 100 g
  • 1zucchina da circa 60 g
  • 80 gpasta corta
  • 2 cucchiaipassata di pomodoro
  • 1 cucchiainodi aceto balsamico (opzionale)
  • 1 ciuffodi prezzemolo

Per la pasta un poco pazza vi serviranno

  • Fornello
  • Padella
  • Tagliere
  • Coltello
  • Cucchiaio di legno

  1. Pasta un poco pazza

    Tagliate la cipolla a metà e fatela a fette non troppo sottili. Tagliate la zucchina a dadini minuti e tritate anche il prezzemolo.

  2. Pasta un poco pazza

    Scegliete una padella non troppo grande e metteteci due cucchiai d’olio, pasta, cipolla e zucchina ma non ancora il prezzemolo. Coprite con acqua un po’ più che a filo e accendete il fuoco.

    Appena l’acqua comincia a bollire aggiungete un pizzico di sale. Fate cuocere così, rimestando e mescolando spesso perché la pasta si cuocia da tutte le parti. Per tutta la cottura, man mano che il livello di acqua si abbasserà, aggiungete acqua riportandola a filo e rimestate spesso.

  3. Il fuoco, per tutta la cottura, deve essere sempre allegro. Dopo circa 12 minuti la pasta avrà l’aspetto della foto. Aggiungete 2 cucchiai di passata di pomodoro, ma non di più.

  4. Pasta un poco pazza

    Dopo poco aggiungete anche il cucchiaino piccolo di aceto balsamico (il che è opzionale), rimestate e mettete a punto di sale. La cipolla ne richiede un po’ e deve essere giustamente saporita, sennò tutto il piatto sarà insipido. Aggiungete anche il prezzemolo.

  5. Continuate fino a che la pasta non sarà al giusto punto di cottura, ovviamente al dente. Fate in modo che il sugo sia abbondante e denso, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua, poi mettete nel piatto e spolverate di parmigiano e pepe.

Nel blog trovate un’altra ricetta di pasta cotta in padella: quella col salmone scappato. Il link è qui sotto.
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.