Crea sito

PASTA E POMODORO AL FORNO

PASTA E POMODORO AL FORNO – Ricetta di Piero Benigni – È un piatto semplice, buono e salutare, che va bene per tutti i giorni, anche se ci sono ospiti, ed è ideale per il pranzo della domenica. Si può preparare la teglia con largo anticipo e questo lascia tempo e cucina liberi per altri impegni. Si può usare qualunque tipo di pasta, lunga o corta, di semola o all’uovo. È anche molto economico e facile da fare: vediamo come si prepara.

Pasta e pomodoro al forno
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gpasta a piacere
  • 500 gbesciamella
  • 400 gpassata di pomodoro
  • 1cipolla piccola
  • 1mezza carota media
  • 50 gparmigiano grattato
  • 30 gpangrattato
  • q.b.burro
  • q.b.noce moscata

PER LA PASTA E POMODORO AL FORNO VI SERVIRANNO

  • Forno
  • Fornello
  • Pentola
  • Padella
  • Tagliere
  • Coltello
  • Cucchiaio di legno
  • Teglia

  1. Pasta e pomodoro al forno

    Sopra: cipolla e carota che soffriggono

  2. Sopra: si aggiunge la salsa e si fa ritirare

  3. Pasta e pomodoro al forno

    Sopra: aggiunta della pasta, della besciamella, del parmigiano e della noce moscata.

  4. Sopra: la pasta sistemata nella pirofila

  5. Pasta e pomodoro al forno

    Sopra: dopo aver messo parmigiano, pangrattato e riccioli di burro si può infornare

  6. Sopra: la pasta appena sfornata

  7. PASTA E POMODORO AL FORNO

    Ricetta di Piero Benigni

    Vi serviranno circa 500 g di besciamella, che potrete fare con 400 ml di latte, 40 g di burro e 40 g di farina. Se credete, trovate in questo blog la ricetta di come prepararla, spiegata passo a passo. Il link è in fondo, tra i LINK UTILI. In ogni caso, salatela leggermente.

    Mettete al fuoco l’acqua per la pasta. Tritate la cipolla e la carota e mettetele a soffriggere in una padella capace, che dovrà poi contenere tutta la pasta condita. Dopo 15 minuti aggiungete la passata di pomodoro e fatela restringere per 10 minuti a fuoco dolce. Mettetela a punto di sale e, se volete pepe e/o peperoncino.

    Spengete il fuoco e aggiungete la pasta scolata molto al dente, di cui dovete conservare un po’ dell’acqua di cottura. Aggiungete un po’ più della metà della besciamella, il parmigiano meno due cucchiai colmi e una grattatina di noce moscata. Mischiate bene e se l’insieme fosse troppo sodo, aggiungete qualche cucchiaio dell’acqua della pasta.

    Imburrate e spolverate di pangrattato la pirofila che userete. Spalmate sul fondo un paio di cucchiai di besciamella, poi passateci l’impasto, assestandolo bene per non lasciare cavità. Mettete sopra la besciamella restante e spargetela bene, poi il parmigiano restante e sopra un paio di manciatelle di pangrattato, che proteggerà dal calore.

    Finite con qualche ricciolo di burro e mettete in forno già caldo a 200°, statico e con calore sopra e sotto, nella posizione sotto quella di metà in altezza ma non del tutto in basso. È la posizione, insomma, in cui si cuociono le crostate.

    Per la cottura ci vorranno attorno a 40-50′, e si dovrà vedere che nella pirofila l’impasto bolle, soprattutto ai bordi. La superficie sarà un po’ bruciacchiata. Se essa prendesse colore troppo presto, proteggetela con un foglio di alluminio che toglierete qualche minuto prima di sfornare. Se invece tardasse a gratinarsi, azionate la ventilazione o spostate la teglia di un posto più in alto.

    Quando sfornate, servite senza indugi e… buon appetito!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.