Crea sito

CREMA CATALANA

CREMA CATALANARicetta di Piero Benigni – È un dessert tipico spagnolo, ben noto e apprezzato anche da noi. Consiste in una deliziosa crema con sopra uno strato di zucchero caramellato a fuoco, servita in coppette personali. È semplice e facile: vediamo come si fa con la ricetta originale.  

Crema catalana
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaSpagnola

Ingredienti

  • 1litro di latte intero
  • 4tuorli
  • 90 gzucchero semolato
  • 25 gMaizena
  • scorza di mezzo limone
  • q.b.cannella in polvere

Per la Crema catalana vi serviranno

  • Fornello
  • 2 Casseruole
  • Colino / Scolapasta
  • Leccapentole
  • Coppette
  • Fiamma per caramellare se disponibile

Preparazione

  1. Crema catalana

    Sopra: la cottura del latte col limone

  2. Sopra: preparazione dei tuorli

  3. Sopra: passaggio del latte nel tegame dei tuorli.

  4. Crema catalana

    Sopra: cottura della crema

  5. Sopra: la crema ben fredda viene cosparsa di zucchero prima di essere servita.

  6. Sopra: la fiamma per caramellare

  7. Sopra: caramellatura alla fiamma.

  8. Sopra: l’aspetto finale

Ricetta di Piero Benigni

PREPARAZIONE INIZIALE

Ritagliate la scorza del mezzo limone senza arrivare alla parte bianca, che darebbe l’amaro. Mettete il latte al fuoco in un tegamino con la buccia di limone e fatelo sobbollire dolcemente per 4 o 5 minuti.

Montate velocemente a mano con la frusta in una ciotola zucchero e tuorli, poi versate poco per volta il latte caldo filtrandolo con un colino, per non far passare la scorza e le impurità.

Nel far questo rimestate di continuo, poi aggiungete la Maizena e mezzo cucchiaino di cannella in polvere. In alternativa a quella in polvere, potete far bollire il latte con un pezzetto di scorza di cannella, insieme alla buccia di limone.

COTTURA

Mischiate con cura e fate attenzione che non ci siano grumi, quindi passate tutto in una casseruola adatta e mettete sul fuoco. Cuocete a fuoco dolce e senza mai smettere di rimestare, fino a quando la crema non si ispessirà e comincerà a bollire.

Fatela bollire per un minuto – tassativamente non di più – quindi versatela nelle coppette che avrete pronte. Fate raffreddare per 15 minuti, poi passate in frigo per almeno 4 ore.

CARAMELLATURA

Prima di servire la crema, togliete le coppette dal frigo e distribuite sulla superficie superiore di ognuna un po’ di zucchero. La ricetta tradizionale prevede lo zucchero di canna per la caramellatura, ma ho esperimentato che, in molti casi, questo si brucia con grande facilità, per cui preferisco usare quello bianco semolato.

La caramellatura si può fare con una apposita torcia a gas, come mostra la foto, oppure nel forno di casa. Le torce a gas sono assai diffuse, hanno un prezzo tra 12 e 20 euro, si ricaricano come un accendino e sono pratiche e sicure.

Se ne siete provvisti, regolate la fiamma alla lunghezza di 3-4 cm e dirigetela sopra lo zucchero della prima coppetta. Non avvicinatevi troppo e muovete la mano in continuazione. La punta della fiamma deve stare alla distanza di due-tre dita dallo zucchero. Bisogna prenderci un po’ la mano, perché se ci si sofferma troppo o si sta troppo vicino, lo zucchero tende a bruciarsi.

Se invece usate il forno di casa, regolatelo a 200° nella posizione per gratinare, cioè con calore solo sopra e senza ventilazione. Non aspettate che il forno si scaldi: mettete le coppette dopo pochi minuti, poste sulla griglia nella posizione più alta, proprio sotto le resistenze del tetto del forno. Lo zucchero si caramellerà in breve tempo, ma a priori non si può dire quanto.

Controllate da vicino, perché i forni non sono tutti uguali. In pratica, col calore si deve creare uno strato di zucchero caramellato liquido che andrà rotto col cucchiaino prima di gustare la crema. La caramellatura va fatta solo prima di servire la crema catalana. In passato lo zucchero veniva caramellato con un ferro piatto rovente, avvicinato alla superficie della crema.
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.