Crea sito

Cardi con fonduta

Cardi con fonduta

I cardi con fonduta sono un piatto davvero speciale, che mette d’accordo davvero tutti.

Il Cardo è una tipica verdura invernale che apporta molti benefici alla nostra salute grazie alla sua attività antiossidante, alla cinarina che ci aiuta ad abbassare il colesterolo cattivo ed altre sostanze antinfiammatorie che ci preservano dall’influenza.

L’abbinamento, in questo caso, con il formaggio e le uova, fa di questa portata un piatto unico e completo dalle notevoli proprietà sazianti.

Cardi con fonduta
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgCardi
  • 450 gFontina Valdostana
  • q.b.Latte
  • 1Tuorlo d’uovo
  • 1Limone
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio evo
  • q.b.Pangrattato integrale
  • cucchiaiFarina

Preparazione

  1. Cardi con fonduta

    Mondare i cardi privandoli dei filamenti e tagliarli in pezzi lunghi circa 10 cm.

    Metterli in acqua acidulata con succo di limone.

    Cuocerli in acqua bollente salata con una manciatina di farina per circa 40 minuti.

  2. Cardi con fonduta

    Nel frattempo tagliare la fontina a dadini, spruzzarla con un pugno di farina e coprirla con il latte lasciandola riposare per circa un’ora.

    Scolare i cardi ed impannarli con pane grattugiato integrale.

    Poi rosolarli in un fio d’olio extravergine d’oliva. Tenerli in caldo.

  3. Cardi con fonduta

    Sciogliere in un tegame la fontina a fuoco bassissimo mescolando con un cucchiaio di legno.

  4. Cardi con fonduta

    Una volta sciolta la fontina aggiungere il tuorlo d’uovo ed amalgamare la fonduta.

  5. Cardi con fonduta

    Versare la fonduta nel piatto, adagiare i cardi e terminare l’impiattamento con un uovo cotto in camicia.

Note

Per l’uovo in camicia procedere così:
Versare l’acqua e poco aceto in una capiente casseruola dai bordi abbastanza alti sul fuoco e portare a leggera ebollizione.

Sgusciare delicatamente un uovo alla volta su un piattino (oppure un mestolo), facendo attenzione a non rompere il tuorlo.

Con un cucchiaio creare un vortice e far scivolare al centro dello stesso il nostro uovo sgusciato.

Estrarlo con l’ausilio di una schiumarola adagiandolo su carta assorbente prima di servirlo.

Per tornare alla HOME
Per non perdere le nuove ricette seguimi anche su Facebook  QUI  e clicca MI PIACE. Grazie mille!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.