Brasato al Barolo

Brasato al Barolo

Il Brasato al Barolo è un secondo piatto di carne (possibilmente di bovino di razza Fassona) della tradizione piemontese che, tradizionalmente, viene cotto per lungo tempo nel vino Barolo, un vino di grande struttura che dona al piatto un “carattere” unico e speciale.


Poichè il termine “brasare” significa cuocere a fuoco lentissimo e per diverse ore, abbiamo bisogno di un taglio di carne con molto tessuto connettivo, in modo da evitare che si asciughi troppo; quindi il consiglio è di utilizzare un taglio tipo cappello del prete o scamone, che rimangono morbidi anche dopo una lunga cottura.


In realtà, per preparare questo buonissimo piatto, non c’è moltissimo lavoro da fare: per 24 ore la carne sarà in marinatura e poi passeremo alla fase successiva di cottura dove dovrà essere solo rigirata ogni tanto (ma non troppo spesso), quindi un ultimo passaggio con il frullatore ad immersione e così, avremo tutto il tempo per imbandire una bella tavolata e anche rilassarci un pò prima di incontrare gli ospiti 🙂


Tempo passivo: 24 ore per la marinatura

  • DifficoltàMedio
  • CostoAlto
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgcappello del prete (o scamone)
  • 1gambo sedano
  • 1carota
  • 1cipolla
  • 4Chiodi di garofano
  • 2 fogliealloro
  • 1 spicchioAglio
  • 2 ramettiRosmarino
  • 6grani pepe nero
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • 1bottiglia Barolo
  • Farina
  • 4 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 1noce burro
  • 500 gPassata di pomodoro

Preparazione

  1. Mettere a macerare la carne con tutte le verdure in una ciotola capiente.

  2. Versare tutto il vino e rigirare tutti gli ingredienti.

  3. Coprire con pellicola per alimenti e riporre in frigorifero per 24 ore, girando la carne almeno un paio di volte.

  4. Dopo 24 ore togliere dal frigorifero, prelevare la carne ed asciugarla. Tenere da parte la ciotola con la marinatura.

  5. Passarla poi nella farina da tutti i lati.

  6. In una casseruola sciogliere il burro nell’olio.

  7. Adagiarvi la carne e farla rosolare da tutti i lati per almeno 10 minuti.

  8. Aggiungere la passata di pomodoro e cuocere per 5 minuti mescolando.

  9. A questo punto versare tutto il contenuto della ciotola di marinatura.

  10. Salare e cuocere coperto per 3 ore e mezza girando la carne ogni tanto, controllando che non si attacchi al fondo della pentola.

  11. Dopo le tre ore e mezza il sughetto si sarà ridotto e la carne avrà assorbito tutti i suoi profumi e sarà morbidissima.

  12. Togliere la carne dalla pentola e trasferire in abbattitore oppure far raffreddare prima di tagliarla a fette.

  13. Nel frattempo con il frullatore ad immersione passare le verdure e far restringere ulteriormente il sughetto che accompagnerà il nostro Brasato.

  14. Si consiglia di accompagnare il Brasato al Barolo con una polenta di farina di storo oppure con un caldissimo purè di patate.

Note

E’ possibile cuocere il Brasato anche in pentola a pressione con notevole risparmio di tempo: in circa 50 minuti dal sibilo della pentola si ottiene quasi lo stesso risultato. Se avete il frullatore ad immersione tutto sarà più semplice e veloce: impiegherete meno tempo ed eviterete di dover passare al passaverdure il sugo con conseguente uso di altre stoviglie. Per tornare alla HOME Per non perdere le nuove ricette seguimi anche su Facebook  QUI  e clicca MI PIACE. Grazie mille!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.