Crea sito
Primi piatti

Pasta non proprio "alla Norma".

Questa pasta la definirei “unconventional Norma” ma per coglierne il senso,  forse è meglio dire “oggi nel mio frigorifero c’erano questi ingredienti e con gli stessi  ho realizzato una pasta alla Norma,  un po’ così”. E’ da ieri sera che ci pensavo a questo piatto ma come al solito ho sempre i minuti contati,  percio’ oggi appena son tornato a casa mi son messo ai fornelli cercando di usare al meglio cio’ che il mio frigorifero mi offriva. Apro e trovo subito l’ingrediente base della mia ricetta, il passato di pomodoro fresco, poi c’erano una decina di fette di melanzane fritte pastellate, della ricotta fresca ed una misera ed unica fetta di pancetta. E mo che si fa? La Norma… non proprio a Norma. A dire la verità non è che ho stravolto proprio tutto,  ma alcuni ingredienti erano leggermente diversi. In verità volevo preparare anche  degli involtini piccolissimi con le melanzane e la ricotta da mettere nel sugo,  ma le fette erano troppo piccole percio’ ho optato per un’ altra preparazione , ma prima o poi le faro’. Ora mi sembra il caso di presentarvi questa “Norma” che comunque ha avuto successo anche perchè l’ho preparata in non piu’ di 15 minuti. Eccovi il mio capolavoro.

Pasta non proprio “alla Norma”
Ingredienti per 4 persone
  • 350 g di zitoni lunghi (io ho usato Granoro –Dedicato)
  • 10 fette di melanzane fritte (con pastella di uovo e farina)
  • 300 ml di passata di pomodoro fresco
  • 1 fetta di pancetta dolce
  • 1 spicchio di aglio
  • un pezzo di peperoncino fresco
  • basilico
  • origano
  • 150 g di ricotta fresca
  • sale q.b
Preparazione
In una padella larga versare un goccio d’olio extravergine , un pezzettino di peperoncino fresco ed uno
spicchio d’aglio schiacciato e lasciar imbiondire. Tagliare a  julienne la pancetta e versarla nella padella, dove la lascerete leggermente rosolare. Aggiungere la passata di pomodoro , un pizzico di sale, una manciatina di origano e delle foglioline di basilico. Lasciar cuocere per pochi minuti e poi aggiungere le melanzane fritte tagliate a striscioline sottili, cuocere ancora un minuto e poi togliere dal
fuoco. Spezzare gli zitoni lunghi in tanti pezzi piuttosto regolari, se volete potete aiutarvi con un coltello a sega incidendo leggermente lo zitone e poi andando a spezzare. Avrete un taglio regolare senza sbavature e potrete ricavare dei chicchi di pasta abbastanza simili tra loro per lunghezza. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare al dente e poi mantecare il tutto con il sugo preparato, un goccio d’olio extravergine di oliva ed un paio di cucchiai di ricotta fresca. Servire decorando ogni piatto,  con alcuni riccioli di ricotta che si possono realizzare grazie all’aiuto di uno schiacciapatate ed alcune foglioline di basilico.

 E’ il caso di dire:  cotto, fotografato e mangiato!

Print Friendly, PDF & Email

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.