Crea sito
Piatti Unici e verdure,  Primi piatti,  Ricette Pugliesi

Orecchiette con pomodorini fiaschetto e ricotta dura di Minervino.

Inizierei questo post dicendo: Ode al Gusto ed al Territorio. Cosa c’è di meglio di un buon piatto preparato con ingredienti della propria terra che  trasmettono profumi,  sapori e colori del proprio territorio?A questa domanda semplicissima rispondo proponendovi un bel primo genuino e di stagione che prevede l’utilizzo degli ottimi pomodorini fiaschetto di Torre Guaceto (BR)  (presidio slow food), delle orecchiette fresche di grano duro abilmente prodotte da mani esperte nel rituale della “strascinatura” e dell’ottima ricotta dura semi stagionata di latte ovino e capra . Avete mai  provato a preparare le orecchiette a casa? beh cosa facile per chi ha imparato quest’arte antica di impastare semola di grano duro e acqua a cui dare questa forma a cappello piu’ o meno grande  oppure piu’ appiattita percio’ “strascinato” , oppure cavando con le dita.Ognuno realizza queste orecchiette così come le ha imparatee così com’è tipico della zona in cui vive…Ecco nuovamente il Territorio. Curiosità,  l’ultimo pezzo di impasto serviva a realizzare la “Fortuna”ovvero un orecchietta piu’ grande,  ed era gara per averla nel proprio piatto.In questo semplice piatto riconosciamo la vocazione pugliese alla produzione di buon grano, dell’olio extravergine di oliva e alla sua lunga tradizione casearia. Quante cosa ci racconta questo piatto! Una per tutte,  Amore e attaccamento al proprio territorio.Il mio pensiero dedicato a chi in maniera frettolosa e spicciola prepara da mangiare senza riflettere sull’essenza del cibo “Ci nutriamo non solo per riempirci lo stomaco ma essenzialmente per appagare la nostra mente” Sicuramente molti altri prima di me avranno detto le stesse parole, ma sono felice di ripeterle…………..

Orecchiette di grano duro con pomodorini fiaschetto e ricotta dura di Minervino.

 
  • Ingredienti per 6 persone:
  • 800 g di Orecchiette di grano duro fresche
  • 600 g  dipomodorini fiaschetto
  • 150 g di ricotta dura di Minervino
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva Dop – Castel delMonte (varietà Coratina in purezza)
  • basilico
  • sale
  • peperoncino
Preparazione:
Preparare in una pentola capiente un fondo con un pezzetto di peperoncino, uno spicchio d’aglio intero e un goccio d’olio. Nel contempo lavare i pomodorini fiaschetto e tagliarli in 4 parti per lungo. Se a qualcuno non piacesse la buccia può precedentemente sbollentarli e poi raffreddarli e successivamente  pelarli. Versare nel fondo di olio extravergine e aglio i pomodorini tagliati e lasciar cuocere per circa 15-20 minuti correggendo di sale  e mettendovi almeno 4 –5 foglie di basilico fresco. Quando il sugo sarà abbastanza ristretto se percepite un po’ di leggero acidulo tipico del pomodoro fiaschetto,  potete aggiungere un mezzo cucchiaino di zucchero per correggerne la nota acidula. Cuocerela pasta in abbondante acqua salata rimestandola frequentemente , scolarla al dente e mantecare il tutto con il sugo in una padella larga aggiungendovi un mestolino d’acqua di cottura se necessita, altro basilico e la ricotta dura grattugiata a scaglie .
Print Friendly, PDF & Email

0 Comments

  • m4ry

    Ciao Peppe 🙂 E' un piacere conoscerti…ed è un piacere doppio perchè siamo entrambi pugliesi..quindi, con me, se parli di orecchiette giochi in casa :)Da oggi ti seguo anche io con grande piacere :)A presto !

  • Michela

    Santo cielo che meraviglia! me le sto mangiando con gli occhi! e come non essere d'accordo con te con l'amore per i prodotti della propria terra? Sono contenta di essere arrivata qui, ti seguo volentieri 🙂

  • Michela

    Lo sai che le orecchiette sono da sempre il mio tipo di pasta preferita? e solo da pochissimo ho provato a farle da sola…devo dire sono venute bene, anche se ci metto dieci volte il tempo che impiegano le sapienti mani che hanno imparato quest'arte magari tramandata dalla famiglia. Io le adoro, e non mi importa se ci impiego tempo. complimenti per questo piatto gustoso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.