Crea sito
Archivio ricette.

L'Ecocucina di Lisa per la prima volta in Puglia!

Ieri sera ho piacevolmente trascorso alcune ore presso lo showroom Ferrante di Bisceglie (BT) dove la meravigliosa Lisa Casali del blog ecocucina, ha realizzato uno showcooking curiosissimo e molto interessante sulla cottura in lavastoviglie. Sì avete capito bene, la lavastoviglie utilizzata come mezzo di cottura a bassa temperatura. Non solo si abbattono i tempi di  preparazione ma possiamo lavare le stoviglie e contemporaneamente cuocere. Lisa ci ha spiegato come fare. Semplice,  bastano o dei vasi bormioli in cui inserire cio’ che si vuole cuocere oppure ancor meglio usare dei sacchetti ermetici sottovuoto. Si sfruttano i normalissimi programmi di lavaggio in funzione del tipo di alimento e della pezzatura di questi ultimi. Principalmente si può cuocere carne, pesce e vegetali ma ci ha detto di aver realizzato anche dei gustosi dolci ed addirittura ha provato a cuocere la pasta . Tutti i segreti e le ricette sono racchiusi in questo interessante libro che Lisa ha scritto qualche anno fa “Cucinare in Lavastoviglie”. L’incontro è stato non solo interessante ma ci ha permesso anche di scoprire alcuni segreti sull’utilizzo di alcune parti di scarto che normalmente noi buttiamo. Lisa ha veramente fatto un lavoro di studio e di prove su prove per recuperare tutte quelle parti di scarto di vegetali che per noi non hanno valore e su questo ha fondato la sua eco cucina che guarda al risparmio ed al recupero e perchè no,  anche alla salvaguardia dell’ambiente. Durante lo schowcooking Lisa ha realizzato 3 piatti molto gustosi utilizzando non solo i prodotti cotti in lavastoviglie ma anche alcuni scarti vegetali. A guardare ed assaggiare cio’ che ha preparato non si direbbe che erano scarti ,  sono stati così abilmente mescolati con altri ingredienti dando vita a dei piatti coloratissimi, invitanti, buoni e piu’ di tutto salutari. Solo un’ ultima consideraziione su questa tecnica di cottura, realmente si apprezzano i sapori autentici della carne,  del pesce e delle verdure. Le cotture sono perfette e non esagerate, i colori sono meravigliosi e naturali, il sapore è quello vero di ogni ingrediente. Tutto questo è difficile ritrovarlo con altre tecniche di cottura. L’alta cucina in effetti usa già da tempo questa tecnica di cottura  a bassa temperatura perchè ne riesce a tirar fuori delle cartteristiche uniche, in casa sarebbe un po’ difficile senza attrezzature professionali ma Lisa ci ha regalato questa sua “esperienza” che  ognuno di noi puo’ sperimentare  e sentrsi chef stellato nel ristorante allestito nella propria cucina . Per un attimo come ogni blogger,  ho sognato di avere la stessa cucina in cui Lisa ha realizzato il suo showcooking una spaziosissima e tecnologica cucina realizzata da Maiullari , che sogno! I piatti preparati sono stati piacevolmente accompagnati da un grande vino rosè di casa Tormaresca, il Calafuria, un vino importante recentemente premiato tra i migliori rose’ al mondo. Nel mio piccolo ho voluto raccontarvi questa bellissima esperienza ed  ho cercato di raccogliere gli elementi piu’ importanti attraverso degli scatti fotografici che voglio regalare a voi tutti.
                                                                   la cucina dei miei sogni
Gazpacho di parti apicali e foglie di sedano, torsoli di asparagi, cipolla, avocado, acqua , sale, peperoncino e olio extravergine tutto debitamente frullato e servito con un gambo di cipollotto fresco ed una punta di asparago passato in forno a vapore. Delizioso e molto estivo.
Filetto di baccalà cotto a bassa temperatura in lavastoviglie con ciclo breve (30 minuti a 65 gradi) in sacchetto sottovuoto. Servito con crumble di pomodoro secco, capperi, olive nere, pinoli tostati e parti verdi di cipollotto ed un goccio di olio extravergine di oliva. Un sapore ed un gioco di consistenze inspiegabile.
Code di mazzancolle cotte a bassa temperatura in lavastoviglie con ciclo breve , in sacchetto sottovuoto. Spaghetti di carote cotte in lavastoviglie a bassa temperatura con ciclo breve. Nel biccherino è stato fatto un fondo con le carote a fili poi è stata aggiunta una coda di mazzancolla, una punta di asparago cotta a vapore, zest di limone e irrorato il tutto con citronette classica. Uno sfizio gustosisssimo.
Questo è il vino che ha accompagnato in maniera eccellente le tre ricette realizzate da Lisa.
Visto che bontà?  E che colori!
Print Friendly, PDF & Email

0 Comments

  • m4ry

    Ciao Peppe ! Graie per questo interessantissimo post..mi hai messo una gran voglia di approfondire 🙂 Che cosa curiosa..la cottura in lavastoviglie..Un abbraccio e buona giornata !

  • Silvia

    Grazie Peppe per aver condiviso con noi questa bella esperienza. la cottura in lavastoviglie mi ha sempre incuriosito ma non ne so quasi nulla se non "per sentito dire". Se poi dici che il risultato è così stupefacente non posso che fidarmi! 🙂 Mi sa che acquisterò il libro!….e condivido con te l'invidia per quella fantastica cucina, il sogno di ogni amante dei fornelli!Un abbraccioSilvia

    • peppeaifornelli

      Lisa è un turbine di idee e ti coinvolge moltissimo non solo praticamente ma ti stimola a pensare a cio' che si puo' realizzare partendo anche dalle sue preparazioni. Il libro è molto interessante percio' te lo consiglio vivamente . per la cucina non posso che capirti!!!un abbraccio,Peppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.