Crea sito

Ciambellone della nonna

Un grande classico? si, oggi ho preparato il ciambellone della nonna e vi propongo la ricetta.

Non è una di quelle ricette strabilianti da dover essere inserite in un blog di cucina, lo so, ne sono consapevole, ma ci sono delle ricette, degli odori e dei sapori che ci riportano all’infanzia e che sanno di famiglia quindi… non ho saputo resistere 😉

Inoltre, è una ricetta semplicissima che se non viene tramandata rischiamo di perderla a favore di dolci e ingredienti più altisonanti quindi… meglio scriverla 😉

Potete preparare questo ciambellone della nonna utilizzando il forno tradizionale (come ho fatto io) oppure il fornetto versilia (quello che va sul gas), il risultato sarà sempre lo stesso: un ciambellone alto e soffice.

Andiamo a prepararlo insieme così poi mi dite cosa ne pensate 😉

Ciambellone della nonna
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 1 ciambellone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Farina 00 380 g
  • Zucchero 330 g
  • Latte 130 g
  • Olio di semi 135 g
  • Lievito in polvere per dolci 1 bustina
  • Uova (medie) 6
  • Sale 1 pizzico
  • Scorza di limone q.b.
  • Estratto di vaniglia q.b.

Preparazione

  1. Il Ciambellone della nonna è facile e veloce da preparare e partiamo subito con il dividere i tuorli dagli albumi.

    Mettiamoli in due diverse ciotole stando attenti a non contaminare gli albumi con residui di tuorli. Se così fosse non monterebbero bene.

  2. Versiamo lo zucchero nella ciotola con i tuorli e iniziamo a montare subito.

    Montiamo bene per circa 10 minuti o, comunque, fino a quando non avremo ottenuto un composto chiaro e spumoso.

  3. Senza smettere di montare, aggiungiamo il latte, l’olio (io ho usato quello di oliva, in realtà, perché dà un sapore più marcato) e gli aromi.

    Io ho usato mezza bacca di vaniglia e la scorza di un limone, ma potete tranquillamente utilizza l’arancia o altri aromi a vostra scelta.

    L’importante è prediligere aromi naturali per avere un risultato più salutare.

  4. A questo punto, smettendo di montare, aggiungiamo la farina setacciata con il lievito.

    Amalgamiamola al composto utilizzando un cucchiaio di legno o un leccapentole.

    Facciamo degli ampi movimenti dall’alto verso il basso per amalgamare le polveri al nostro composto montato.

  5. Dopo aver montato a neve gli albumi, incorporiamo anche quest’ultimi al nostro composto.

    Usiamo sempre un cucchiaio di legno o un leccapentole e facciamo il solito ampio movimento dal basso verso l’alto.

    Questo ci permetterà di non smontare il composto e quindi di ottenere un ciambellone della nonna molto alto.

  6. Accendiamo il forno in modalità statica a 170 gradi.

    Nel frattempo che il forno raggiunge la temperatura scelta, imburriamo uno stampo da ciambellone e riempiamolo con il nostro composto.

    Inforniamo per circa 50 minuti (in base al vostro forno potranno volerci 5 minuti in più o in meno quindi, verso la fine del tempo, controllate la cottura del ciambellone della nonna con la classica prova dello stecco).

  7. Lasciamo raffreddare nello stampo e, solo quando sarà ben freddo, sformiamo e cospargiamo di zucchero a velo.

  8. Per chi utilizza il fornetto versilia, la procedura per la cottura è la seguente: adagiate lo spargifiamma sul fornello più piccolo e lasciate cuocere, su fiamma bassa, per circa un’ora.

    Dopo 50 minuti potete fare la prova dello stecco, ma senza alzare il coperchio.. utilizzate i fori appositi.

Note

Per avere un ciambellone alto, oltre a montare bene in composto, è importante imburrare lo stampo facendo scorrere il burro dal basso verso l’alto così il composto, in cottura, non scivolerà verso il basso, ma avrà un ulteriore aiuto a crescere in altezza.

Utilizzare il limone (succo o scorza o entrambi) vi aiuterà a neutralizzare il sapore delle uova.

Se le mie ricette ti piacciono, seguimi sulla pagina Facebook, così non perderai le prossime novità.

Se ti piacciono i ciambelloni, potrebbe interessarti anche quest’altra ricetta… clicca qui.

 

Potrebbero interessarti anche queste riette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.