Crea sito

Tortino di Riserva San Massimo al nero di seppia e Arancia cristallizzata

Tortino di Riserva San Massimo al nero di seppia e Arancia cristallizzata

Tortino di Riserva San Massimo al nero di seppia e Arancia cristallizzata
Tortino di Riserva San Massimo al nero di seppia e Arancia cristallizzata

Questa ricetta è nata per un imprevisto, il figlio di un mio amico ha problemi con Excel, siccome con quel programma io ci chiacchiero, ogni tanto do una mano. Quando il ragazzo esce da scuola viene a casa mangiamo qualcosa e poi facciamo degli esercizi.
Ieri, mentre io preparavo la lezione Marina, mia moglie, aveva preparato un risotto al nero di seppia con del carnaroli riserva San massimo. Quando il riso era quasi pronto mi chiama il ragazzo e mi dice che non verrà perché ha avuto un problema con il motorino.
Quindi è rimasto circa 100 grammi di riso, allora abbiamo deciso riproporlo a cena.

Ingredienti per 2 persone

  • 100 g di riso nero
  • 2 fette di arancia cristallizzata
  • I tentacoli della seppia
  • Il succo di ½ limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • qualche germoglio di finocchietto
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio EVO q.b.

Preparazione

Tagliate i tentacoli a pezzetti in una ciotola mettete i tentacoli sale pepe il succo di ½ limone, lasciate in infusone per qualche minuto.
Insaporite dell’olio evo con l’aglio appena l’aglio si sarà colorito, toglietelo alzate la fiamma al massimo e passate i tentacoli per poco tempo.
Togliete i tentacoli abbassate al minimo e aggiungete la marinatura amalgamate e spegnete, la fiamma.
Prendete un coppapasta, versate 2 cucchiaiate di riso, aggiungete qualche pezzetto di tentacolo, e qualche pezzettino di arancia cristallizzata.
Coprite con altro riso, comprimete per bene, con 100 grammi di riso vengono 2 dischi.
Infornate i due dischi a 180 gradi per 10 minuti, servite guarnendo con mezza fetta di arancia cristallizzata e qualche germoglio di finocchietto, li avevo perchè avevo usato questa verdura nel brodo di cottura del riso.
Servite portando in tavola una salsiera verserete sopra il disco prima di consumarlo.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici https://www.youtube.com/user/calorifi1/

 

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.