Crea sito

Sul podio della fiera Verde Oro salgono i re della bruschetta

Sul podio della fiera Verde Oro salgono i re della bruschetta

Sul podio della fiera Verde Oro salgono i re della bruschetta
Sul podio della fiera Verde Oro salgono i re della bruschetta

La “giostra dell’olio” di Rosignano Marittimo vince il maltempo e premia per il secondo anno i campioni dell’extravergine

Nonostante il maltempo abbia colpito intensamente il territorio nel primo fine settimana di novembre, la manifestazione Verde Oro è riuscita a portare a termine gran parte del programma di valorizzazione dell’olio extravergine di oliva e delle eccellenze dell’agricoltura locale. Sabato ha avuto un grande successo la seconda edizione del Campionato mondiale di bruschetta dove lo chef Marco Parillo, vincitore della scorsa edizione, ha presentato fuori concorso una bruschetta con olio, pomodoro, ricotta, succo di uva fragola e semi di sesamo. I vincitori nelle varie categorie sono stati il personal chef Mario Caciagli, il food blogger Calogero Rifici, e l’azienda agricola “L’antico Casone”. Sono state molte e originali le bruschette presentate alla giuria, composta da Giorgio Dracopulos (Il corriere del vino.it), Paolo Ciolli scrittore e studioso di enogastronomia, Viviano Viviani (Rotary Club Rosignano) ed Andrea Leonardi esperto di comunicazione enogastronomica. Nella tensostruttura alcune delle aziende agricole del comune e dei territori vicini hanno esposto e venduto olio nuovo, miele, pane, verdure e frutta di stagione insieme al Consorzio Terre dell’Etruria, che rappresenta il Comune di Rosignano nel progetto Interreg “Food&Wine Market Place”. Molti i visitatori al Museo di Storia Naturale che hanno apprezzato anche la mostra dei fotografi dell’Università Popolare di Rosignano sui paesaggi olivicoli a Villa Pertusati. Il coro dei minatori di Santa Fiora e la Zastava Orkestar sono stati le colonne sonore della festa. «Il maltempo ci ha messo in difficoltà – spiega l’assessora al turismo e commercio Licia Montagnani –. Ci dispiace che il pubblico non abbia potuto fruire a pieno della manifestazione. Ma il successo della 2ª edizione del campionato ha valorizzato i prodotti locali. Questo ci fa sperare nello sviluppo dell’agricoltura come fonte di lavoro giovanile, indispensabile per un rilancio del nostro territorio attraverso non solo il lavoro agricolo ma anche l’apertura di spacci e centri vendita di prodotti sani, buoni ed eco compatibili».

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

 

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.