Ratatouille

Ratatouille

Ratatouille
Ratatouille

Ratatouille è  il mio cartone preferito, lo guardo almeno una volta al mese e tutte le volte ci vedo un nuovo particolare, qualche aspetto che prima non avevo considerato. Mi piace talmente tanto che avevo scritto la sceneggiatura per un altro cartone, ma credo rimarrà un sogno. per questo cartone ho creato 3 ricette, questa è la prima la classica Ratatouille, che tanto ha stupito Anton Ego, rispettato critico culinario cinico e solitario, fino al momento dell’assaggio di questa pietanza.
Ottavo lungometraggio realizzato in grafica computerizzata dalla Pixar è un film d’animazione del 2007 diretto da Brad Bird e Jan Pinkava, il film, come si evince anche dai titoli di coda, è stato dedicato all’animatore canadese Dan Lee, il creatore del personaggio principale di Alla ricerca di Nemo.

Ingrediente per 4 persone

  • 2 porri
  • 1 daikon
  • 4 pomodori maturi ma ben sodi
  • 2 zucchine

per la salsa di base

Preparazione

Creiamo il tappo di carta forno che coprirà la teglia, mettete la teglia rovesciate sulla carta forno, segnate il profilo e tagliate a misura, si deve creare un tappo che copre perfettamente la teglia,
Pulite tutte le verdure, iniziamo dalla salsa, tagliate a pezzetti il peperone, il sedano le due carote e la cipolla, mettetele in un frullatore e frullatela grossolanamente, aggiustate di sale e spalmatela con uno spessore di 15 millimetri circa, spolverate con poca polvere di scotch bonnet, e un filo d’olio EVO.
Tagliate a fettine di circa 2 millimetri i porri, il daikon, i pomodori e le zucchine, disponetele nella teglia alternando le 4 verdure, prima riempite il perimetro esterno e poi sistemate la parte interna.
salate, uniformemente, una spolveratina di scotch bonnet, e un filo d’olio Evo, coprite con il tappo di carta forno, che avevate creato all’inizio e in forno a 180 gradi per circa 30 minuti.
Per la polvere di scotch bonnet, compratela veramente di qualità, Italiana sicuramente, e possibilmente da agricoltura biologica ed essiccata a bassa temperatura. Per la quantità di peperoncino, regolatevi secondo i vostri gusti e una piatto molto delicato quindi occhio.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici
https://www.youtube.com/user/calorifi1/

ratatouille inizio preparazione
ratatouille inizio preparazione
ratatouille inizio preparazione
ratatouille inizio preparazione
Ratatouille Contenitore
Ratatouille Contenitore
Ratatouille Base
Ratatouille Base
Ratatouille inizio
Ratatouille inizio
Ratatouille Cruda
Ratatouille Cruda
Ratatouille coperta
Ratatouille coperta
Ratatouille Porro
Ratatouille Porro
Trama del Cartone
Il protagonista Rémy è un piccolo ratto con un grande sogno, cucinare, che vive poco lontano da Parigi, nella soffitta di una casa di campagna abitata da una signora anziana ma agguerrita. Rémy, contrariamente ai suoi simili, possiede un olfatto ed un gusto molto raffinati, che lo portano a non voler mangiare spazzatura come fanno i suoi simili, a voler sperimentare sempre nuovi sapori e a camminare su due zampe, senza poggiare quelle che usa per mangiare. Dopo una serie di peripezie il protagonista giunge a Parigi nella cucina del più importate ristorante del mondo.
Mentre Rémy osserva i cuochi al lavoro, arriva un giovane, Alfredo Linguini, figlio di una vecchia fidanzata di Gusteau, che viene assunto come sguattero. Linguini è maldestro e incapace perfino di pulire il pavimento, infatti nel mentre urta e fa cadere una pentola di zuppa che finisce sul pavimento. Per non farsi scoprire, la riempie d’acqua e, per darle sapore, versa all’interno spezie e verdure alla rinfusa, ottenendo un intruglio orribile. In quel momento Rémy cade dalla finestra sul tetto, finendo nella cucina; cercando di scappare di nascosto, passa davanti alla pentola della zuppa e non resiste alla tentazione di modificarla, inserendo i condimenti che ritiene migliorare. Si innamora di Colette e diventa amico di Remy, che lo guiderà nella cucina. Linguini è in realtà figlio di Gusteau, poiché sua madre Renata era la fidanzata di quest’ultimo. Infine si fidanzerà con Colette e diventerà cameriere del locale Ratatouille. Doppiato in originale da Lou Romano e in italiano da Massimiliano Alto.

 

 

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.