Crea sito

Pomodorini Ripieni di ‘Nduia e Briciole di Pane

Pomodorini Ripieni di ‘Nduia e Briciole di Pane

Pomodorini Ripieni di Nduia e Briciole di Pane
Pomodorini Ripieni di Nduia e Briciole di Pane

I miei nonni mi hanno insegnato tanto, un giorno eravamo “o Pignu” al Pino (località nelle campagne di Mirto in provincia di Messina dove mi nonno Calogero Aveva il suo il suo orto.
“U Pignu” e il posto che identificava gli appartenenti alla mia famiglia, per esempio mi padre Lorenzo, non era conosciuto come Lorenzo Rifici ma come “Larenzu Du Pignu” “Caloriu du Pignu”.
Dicevamo eravamo a pranzare in “o Pignu” si mangiava un”cozzu chinu” un cantuccio ripieno di pomodori peperoncini e olive, mentre si mangiava cadevano a terra delle briciole, dei passerotti li mangiavano immediatamente.
Mio nonno mi disse, quello che per noi e da buttare per i passerotti è la vita.
Anche se è passato mezzo secolo, tutte le volte che taglio il pane mi ritornano in mente, tempo fa ho deciso di mettere da parte le briciole prodotte tagliando il pane, per farci una ricetta, per poterle riutilizzare, ho studiato un finger food simpatico e saporito.
Questa è un attività molto simpatica da fare con i bambini, se non avete briciole, potete sbriciolare delle friselle, e pane raffermo, se di vari tipi è ancora meglio.
Dopo qualche prova ho trovato questo mix equilibrato nel gusto perché lo scalogno a tendenza dolce si equilibra co l’oliva nera al forno che è a tendenza amara.

Ingrediente per 4 persone

12 pomodorini
12 tarallini

200 g di briciole di pane
80 g di ‘nduja emulsionata al 20%
50 g di scalogno grattugiato
6 olive nera al forno
Sale q.b.
Olio EVO q.b.

Preparazione

Tagliate la parte superiore dei pomodorini, svuotateli salateli e metteteli a testa in giù per eliminare l’acqua in eccesso.
Pulite lo scalogno, grattugiatelo a formare una crema, private le olive dal nocciolo, tagliatele molto fine.
La parte interna la filtrate con un colino fine, il liquido ottenuto mettetelo in una ciotola, aggiungete 2 cucchiai di olio evo, lo scalogno e le olive, mescolate bene.
Assaggiate e eventualmente aggiustate di sale ma non dovrebbe essere necessario,
Riempite i pomodorini, poggiateli su un tarallino e rimettete la parte superiore con il picciolo

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Preparazione

Tagliate la parte superiore dei pomodorini, svuotateli salateli e metteteli a testa in giù per eliminare l’acqua in eccesso.
Pulite lo scalogno, grattugiatelo a formare una crema, private le olive dal nocciolo, tagliatele molto fine.
La parte interna la filtrate con un colino fine, il liquido ottenuto mettetelo in una ciotola, aggiungete 2 cucchiai di olio evo, lo scalogno e le olive, mescolate bene.
Assaggiate e eventualmente aggiustate di sale ma non dovrebbe essere necessario,
Riempite i pomodorini, poggiateli su un tarallino e rimettete la parte superiore con il picciolo

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Pomodoro vuoto
Pomodoro vuoto
Pomodoro pieno
Pomodoro pieno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.