Crea sito

Pesto di Bambù, Acciughe alla povera e Zeste di limoni Verdelli Marinate

Pesto di Bambù, Acciughe alla povera e Zeste di limoni Verdelli Marinate

Pesto di Bambù, Acciughe alla povera e Zeste di limoni Verdelli Marinate
Pesto di Bambù, Acciughe alla povera e Zeste di limoni Verdelli Marinate

Per questa ricetta, ho unito un pesto di bambù, prodotto con i germogli, che ormai conoscete bene, delle acciughe marinate con pompelmo rosa e una mia creazione di questo fine 2018, le zeste di limoni di Marinate

Un abbinamento che punta sull’equilibrio dei sapori, ma che strizza l’occhio alla salute.

Ingrediente per 4 persone

4 fette di pane integrale con lievito madre
500 gr di acciughe abbattute
1 vasetto di pesto di germogli di Bambù
1 cipolla di tropea

1 pompelmo rosa
½ limone
1 peperoncino erotico
Sale q.b.
Pepe, q.b.
Olio EVO q.b.
2 Limoni, Verdelli della fioritura estiva
200 gr Aceto bianco
200 gr di acqua
40 gr di sale grosso

Preparazione:

Una premessa, ho usato i verdelli della fioritura estiva, perché sono buonissimi e perché in questo periodo si trovano solo quelli, di provenienza italiana, il resto dei limoni, in vendita ora provengono da altri continenti), Pelate i limoni, evitando le parti bianche, metà delle zeste tagliate le a fiammifero, il resto lasciatele a strisce.
Preparare la salamoia: sciogliete 40 gr di sale in 200 gr di aceto, aggiungete l’acqua, versatela sulle bucce. Saranno pronte dopo 2 o 3 giorni si conservano per un paio di settimane.
Pulite le acciughe, apritele al libro e disponetele su un piano, salate e pepate, fate uno strato di acciughe, proseguite con uno strato di cipolle di tropea tagliate a fettine molto fini e qualche fetta di peperoncino Erotico.
Continuate fino a terminare gli ingredienti, spremete il limone e il pompelmo, eliminate eventuali semi e spargete il liquido fino a coprire le acciughe, aggiungendo anche un po’ di polpa degli agrumi ottenuta dalla spremitura. Coprite con della pellicola e mettete in frigo per qualche ora.
Tagliate a fettine i pomodori deponeteli su un piano, salate leggermente, fate riposare un paio di minuti, questo servirà a far perdere acqua di vegetazione, troppi liquidi nei panini, fa solo la felicità delle lavanderie.
Dopo qualche ora togliete le acciughe, la polpa degli agrumi e le cipolle in un colino.
Tagliate le fette di pane a pezzi di circa 3×3 cm fatele tostare, un pochino in forno, fate freddare.
Sul fondo del piatto versate e cucchiaiate di pesto, al centro del piatto create una torre con i pezzetti di pane tostato, a ridosso del pane poggiate i filetti di acciuga, e guarnite con le zeste, di verdelli, in verticale quelle più larghe, e alla base quelle fini a forma di fiocchetti.
Per mangiare prendete un quadratino di pane sopra i filetti di acciuga e infine le zeste.

Buon appetito

Se volete preparare delle ricette con pesce non perfettamente cotto, qui potete vedere cosa con viene fare per evitare problemi.

 https://blog.giallozafferano.it/peperonciniedintorni/anisakis/

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.