Patate ripiena al Forno

Patate ripiena al Forno

Patate ripiena al Forno
Patate ripiena al Forno

Vi è mai capitato di avere dei rimasugli di arrosto o altre carni? ecco vi spigo come riutilizzarle.
il piatto è Saporito, Costo contenuto, si può preparare prima, per stare con gli ospiti e non in cucina.
Credo di esserci riuscito, provatelo e ditemi cosa ne pensate.

Ingrediente per 4 persone

4 patate grosse
400 gr di petto di pollo, anche rimasugli di pollo arrosto
200 gr di salsiccia
100 gr di mortadella
1 cipolla Bianca
2 peperoncini
1 Peperone giallo
400 gr di ceci già cotti
1 spicchio d’aglio
1 pezzetto di zenzero fresco
3 cucchiai di Curcuma
2 noci
Pepe q.b. per attivare la curcuma
Sale q.b.
Olio EVO q.b.

Preparazione

Pulire le patate tagliate le parti finali, aiutandovi con l’apposito attrezzo vuotate l’interno delle patate.
In una capiente padella antiaderente, mettete,

  • la parte centrale la tagliate a pezzetti e mettetela
  • il peperone pulito dai semi e tagliato a pezzetti
  • la cipolla pulita e tagliata fine
  • i peperoncini spezzettati grossolanamente.
  • 2 cucchiai di Olio EVO

Rosolate bene tutto poi aggiungete la salsiccia privata del budello e rosolate anche questa, aggiungete il pollo e la mortadella, aggiustate di sale.
Dopo aver fatto insaporire, grattugiate un po’ di radice di zenzero,  aggiungete due cucchiai di curcuma e ½ cucchiaio di pepe per attivare la curcuma e mescolate bene.
Fate intiepidire, salate la parte interna delle patate e poi riempitele con il composto, pressandolo per bene, poggiate le patate in una teglia foderata con carta forno. Il composto rimasto lo potete servire in una ciotolina, state tranquilli che non rimane.
Con un coltello ben affilato fate dei tagli in tutta la parte superiore della patata, i tagli devono essere a circa 5 mm di distanza e profondi fino a circa la metà della patata, salate la superfice e condite con un filo d’olio.
Infornate a 180 gradi per circa 40 minuti, dopo circa 20 minuti girate la teglia per cuocere uniformemente.
Mentre le patate cuociono preparate la crema di ceci da usare come fondo, sgocciolate i ceci, versateli in una padella antiaderente, con un cucchiaio di olio EVO uno spicchio d’aglio tagliato fine, fate rosolare, aggiustate di sale e una grattugiata di radice di zenzero,   ma non dovrebbe servirne, aggiungete una cucchiaiata di curcuma e un pizzico di sale per attivare la curcuma.
A questo punto mettete tutto in un mixer e frullate con un goccio di olio EVO, se volete una purea più soda potete schiacciare i ceci con la forchetta, ma avrete un fondo più rustico.
Quando le patate saranno cotte, rimpiattiamo, nel piatto mettiamo due o tre cucchiaiate di purea di ceci, poggiamo sopra la patata  e completiamo con pezzetti di noci, per la parte croccante.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

DSC02733DSC02736

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.