Il Tarabaralla di Cecina rilancia la tradizione del pic-nic all’italiana

Il Tarabaralla di Cecina rilancia la tradizione del pic-nic all’italiana con il cestino del cuoco

Il Tarabaralla di Cecina rilancia la tradizione del pic-nic all’italiana
Il Tarabaralla di Cecina rilancia la tradizione del pic-nic all’italiana

Parte dal ristorante cecinese la rivoluzione nella ristorazione, grazie all’innovativa piattaforma digitale made in Tuscany sviluppata da imprenditori toscani, in grado di rendere il mangiar bene all’aria aperta un’esperienza semplice, piacevole e sicura.

Tarabaralla, lo storico ristorante di Cecina (LI) adiacente alla discoteca Tinì a poche centinaia di metri dall’uscita Cecina Centro, diventa protagonista dell’estate 2020 e si appresta ad offrire un servizio in più ai suoi clienti. Il Tarabaralla sarà il primo pilota di un’innovativa piattaforma digitale in grado di rivoluzionare il settore della ristorazione e di rilanciare, in chiave moderna e sicura, la tradizione del pic-nic e, in alternativa, il consumo al proprio domicilio.

Il ristorante cecinese è infatti la prima struttura ad utilizzare e a mettere a disposizione di tutti i suoi clienti tarabaralla.

Il cestino del cuoco, un nuovissimo format di ristorazione che prevede tre diverse modalità di consumazione e caratterizzato da un approccio digital che, in tempi di distanziamento interpersonale, rende semplice, gradevole e sicura l’esperienza del mangiare bene all’aria aperta. Grazie a il cestino del cuoco è infatti possibile ordinare, ricevere e gustare i piatti di Tarabaralla, che uniscono tradizione locale, qualità delle materie prime e freschezza estiva.

Il funzionamento del sito il cestino del cuoco è molto semplice e garantisce sempre elevata qualità del servizio. Il cliente può scegliere, prenotare e pagare il suo cestino preferito, contenente un’ampia scelta di piatti preparati dallo chef, tramite una web app semplice da usare. La web app permette di gestire al meglio prenotazioni, scegliere il menù e le bevande e promuovere eventi e promozioni. Il tutto unito ad un packaging dal gusto vintage, che richiama il classico cestino da pic-nic, simbolo della tradizionale scampagnata, quello preparato con cura e amore in vista di una gita o di una giornata al mare. Il cestino, accuratamente sigillato, è realizzato con materiali di altissima qualità, ecosostenibili e biodegradabili, per garantire igiene e sicurezza e ridurre l’impatto sull’ambiente. Tutti i cestini proposti dal menu, composti da piatti freschi e genuini, hanno il prezzo, davvero accessibile, di 15 euro, con 500 ml di acqua compresa.

Tarabaralla offre tre modalità di consumo, che coprono tre diverse possibilità di consumazione, selezionabili al momento dell’ordine tramite la web app. La formula PIC-NIC SPAZIO APERTO prevede la consegna del cestino e la consumazione dello stesso all’interno delle aree verdi ed attrezzate del ristorante negli spazi adiacenti alla Discoteca Tinì Soundgarden. Al momento dell’arrivo si ritirano i cestini e le bevande ordinate e sarà possibile gustare i cestini all’aria aperta, in tutta sicurezza. Acquistando il servizio CHEF DELIVERY invece il cestino viene consegnato dal personale del ristorante all’interno di fasce orarie prestabilite. A pranzo direttamente sul lungomare, attraverso una capillare rete di “punti di ritiro”, a pochi passi dalle spiagge; a cena presso il proprio domicilio, selezionando i quartieri cittadini coperti dal servizio. Un vero e proprio delivery programmato e garantito, formula innovativa per il settore della ristorazione. La terza modalità, CHEF AWAY, prevede il ritiro diretto del cestino presso l’area del ristorante dedicata a questo. Il tutto senza code, file alla cassa e per consumare i piatti preparati dallo chef dove e quando ciascuno vuole. Compreso il pic nic nel giardino della casa al mare.

Una modalità totalmente multicanale, innovativa, moderna, ma allo stesso tempo in grado di rilanciare la tradizione italiana della socializzazione e del consumo all’aria aperta. Una formula orientata alla soddisfazione delle esigenze del cliente, che non vuole rinunciare al piacere di mangiare dei buoni piatti, in tutta sicurezza e dove preferisce. Tarabaralla è solo la prima di un’ampia selezione di strutture qualificate che diventeranno partner de il cestino del cuoco, ad iniziare, in Toscana, dai ristoranti Saladier di Vinci (FI) e Saladier Scandicci (FI), e a seguire altri ancora.

ilcestinodelcuoco.it è frutto della collaborazione di alcune importanti eccellenze toscane, a partire da The Moon srl l’agenzia con sede a Scandicci (FI), nel cuore della leather valley toscana, che ha sviluppato il progetto e ne ha curato l’immagine coordinata. Alla realizzazione dal punto di vista informatico ha preso parte Sintra Consulting, web agency di Arezzo specializzata nel settore dell’omnichannel commerce e nella digital innovation. Il packaging, uno degli  elementi fondamentali de ilcestinodelcuoco.it in termini di riconoscibilità e sicurezza, è stato curato da Interpack spa, azienda leader nell’imballaggio di Montemurlo (PO) e da Fabo, uno dei principali player a livello internazionale nella produzione di soluzioni adesive, con sede a Larciano (PT), che per l’occasione lancerà in anteprima Fabo Tag Control, una linea di etichette con sigillo di sicurezza antieffrazione appositamente pensata per il food delivery, in grado di garantire l’integrità delle confezioni.

ilcestinodelcuoco.it

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

https://www.youtube.com/user/calorifi1/

Il Tarabaralla di Cecina rilancia la tradizione del pic-nic all’italiana
Il Tarabaralla di Cecina rilancia la tradizione del pic-nic all’italiana

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.