Crea sito

Il 5/5 a Livorno il primo “5&5Day”

Il 5/5 a Livorno il primo “5&5Day”

Il 5/5 a Livorno il primo “5&5Day”
Il 5/5 a Livorno il primo “5&5Day”

Nasce a Livorno il primo “5&5 Day” dedicato allo street food più amato di Livorno, ovvero il panino (francese o schiacciata) imbottito di torta di ceci fumante.

L’evento è organizzato dall’Associazione Tortai Livornesi, costituitasi nella CNA di Livorno, e ha come finalità la valorizzazione appunto della “Torta di Ceci” e del “5&5”, prodotti tipici e caratterizzanti il territorio cittadino.
La torta di ceci, per chi non lo sa, è fatta con miscela di acqua-olio-farina di ceci lasciata riposare per un tempo preciso ed infornata in un forno a legna rovente. Quando ci si imbottisce un panino francese o un pezzo di schiacciata diventa  5&5.

Come giornata simbolo di questa azione di valorizzazione è stato scelto, non a caso, il 5 maggio, ovvero 5/5, data che l’Associazione Tortai Livornesi intende annualmente rendere centrale per gli eventi che verranno appositamente realizzati, istituendo il “5&5 Day”.
In questo giorno emblematico, che si punta a rendere stabile a conclusione dell’emergenza Covid, partirà  quest’anno una campagna di promozione sia del prodotto che dei suoi produttori, ovvero i tortai.

Si è puntato quest’anno alla realizzazione di un evento digitale, con un video (visibile sul canale YouTube dei Tortai https://youtu.be/jPq1dD_35Bg) e una promozione social che lo precederà e lo seguirà.
Sarà anche lanciata una challenge che vedrà premiati i selfie con 5&5 che riceveranno più like sui social dell’Associazione.
Dal 5 al 9 maggio poi, presso i tortai aderenti all’Associazione Tortai Livornesi, sarà possibile acquistare un 5& 5 classico (schiacciatina o francesino) e un bicchiere di spuma al prezzo speciale di 2 euro.

L’iniziativa è stata presentata oggi a Palazzo Comunale dal presidente dell’Associazione Tortai Livornesi Fabio Forti, insieme alla coordinatrice di CNA Alimentare Valentina Bonaldi e al coordinatore di CNA Livorno Alessandro Longobardi, alla presenza del sindaco Luca Salvetti e dell’assessore al Turismo e Commercio Rocco Garufo.

Come hanno spiegato Alessandro Longobardi e Valentina Bonaldi, purtroppo l’attuale situazione di emergenza sanitaria ha impedito che per l’anno in corso si potessero svolgere questo 5 maggio, e nel relativo fine settimana, iniziative in presenza,  come era stato ipotizzato e già programmato dall’Associazione.
Si lavorerà però comunque nella promozione e in particolare si punta a conquistare la fascia degli under 15, che sono quelli che per gusto e per mode alimentari conoscono e consumano meno il 5&5. In generale si vuol far conoscere meglio un prodotto che oltre ad essere estremamente gustoso è economico, interreligioso (a parte lo strutto del pan francese che si può non consumare non contiene ingredienti proibiti a nessuna confessione), è pure per vegetariani e vegani.

“Abbiamo scopo comune di promuovere questo prodotto nato in epoca preunitaria – ha evidenziato il presidente dell’Associazione Tortai livornesi Fabio Forti – è un cibo che profuma di storia. I bimbi lo conoscono poco, pochi lo mangiano, invece è un cibo super caratteristico che non deve andare nel dimenticatoio, tanti tortai purtroppo sono andati in pensione senza trasmettere io loro sapere, noi vogliamo continuare. Personalmente sono orgoglioso di fare un mestiere caratteristico della città”.
“L’Associazione Tortai Livornesi ha a questo scopo ha realizzato dei video e dei contenuti digitali che metteranno in risalto le peculiarità culturali e gastronomiche dei due piatti tipici della tradizione labronica, con l’intento di diffonderne la conoscenza sia all’esterno del territorio, che alle nuovissime generazioni di livornesi che appunto mostrano di poco conoscerli ed apprezzarli, a vantaggio di cibi più commerciali o estranei alla tipicità. Nei programmi dell’Associazione anche iniziative con le scuole”.

“La speranza – ha dichiarato l’assessore Rocco Garufo – è però di poter organizzare un evento in presenza già nell’estate 2021. L’idea di una giornata promozionale di uno più tipico e identitaria enogastronomia livornese è nata due anni fa, con CNA e i tortai ci siamo rivisti varie volte sempre
con la spada di Damocle pandemia. Apprezzabile la decisione di partire comunque intanto partiamo e stiamo già pensando  di fare qualcosa nell’estate propedeutico a quello che dovrà diventare un evento fisso di richiamo turistico fra i più importanti di Livorno.

Fonte Comune di Livorno.it

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici https://www.youtube.com/user/calorifi1/

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.