Gobbi della val di Cornia, scalogno, bergamotto e Grappa di Teroldego

Gobbi della val di Cornia, scalogno, bergamotto e Grappa di Teroldego

Gobbi della val di Cornia, scalogno, bergamotto e Grappa di Teroldego
Gobbi della val di Cornia, scalogno, bergamotto e Grappa di Teroldego

I Gobbi della val di Cornia devono la loro qualità sia alla particolarità della cultivar, sia alla tecnica di produzione, rimasta invariata nel tempo. Il seme viene autoprodotto in azienda, mantenendo così il patrimonio genetico autoctono della specie. Il cardo della Val di Cornia ha la particolarità di non dover essere fasciato nella parte basale per ottenere l’imbianchimento del gambo: è caratterizzato già da un colore bianco brillante. La cultivar si adatta bene alle condizioni pedoclimatiche della Val di Cornia. In tale zona viene consumato con carne e fagioli e per la preparazione di un brodo di salsiccia. Si produce da almeno 30 anni. Io ve lo presento come contorno cucinato con lo scalogno, bergamotto e Grappa di Teroldego.

Ingredienti per 4 persone

2 cardi Gobbi della val di Cornia
4 scalogni
1 bergamotto
1 peperoncino annum io ho usato un diavolicchio
4 cucchiai di Grappa di Teroldego
qualche rametto di maggiorana
Sale q.b
Olio evo q.b.

Preparazione

Pulite il gobbo eliminate le foglie più dure, con l’aiuto in un pelapatate eliminate i filamenti, tagliate a pezzi di cica 5-6 cm e scottate in acqua, leggermente salata, per circa 25-30 minuti.
Finita la bollitura, tagliate a bastoncino asciugate bene, olio e acqua non vanno molto d’accordo.
Pulite e tagliate lo scalogno, tagliate pezzetti, fate soffriggere in padella, con qualche cucchiaio di Olio Evo, appena inizia a diventare trasparente aggiungete il peperoncino intero e i gobbi, fate amalgamare, aggiungete il succo del bergamotto e le zeste dello stesso, fate cuocere, dovrebbero bastare 5-6 minuti.
alla fine la la Grappa di Teroldego fate sfumare aggiungete la maggiorana e servite.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.