Crea sito

Frittelle di cardi dei Pastori

Frittelle di cardi dei Pastori

Frittelle di cardi dei Pastori
Frittelle di cardi dei Pastori

Questa è un’antica ricetta della mia Sicilia, i pastori durante le giornate dietro alle greggi, trovavano piante ed erbe aromatiche, in primavera una delle piante in cui si imbattevano erano i cardi selvatici.
Arrivati “a mannara” il posto dove venivano ricoverate le greggi, si mungevano le pecore e si faceva il formaggio e a seguire la ricotta, nel siero, ancora caldo, si facevano bollire i cardi trovati durante il giorno.
Fritti in una pastella tradizionale, con del peperoncino sott’olio e del formaggio e la cena era pronta.

Ingredienti per 4 persone

  • 1,2 kg di cardi selvatici
  • 300 g di pecorino stagionato
  • 2 litri di siero di latte di mucca
  • 200 g di semola rimacinata
  • 1 limone il succo
  • 1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 peperoncini di 7 anni sottolio
  • Qualche fogliolina di origano secco
  • Sale q.b.
  • Olio EVO q.b.

Preparazione

Ho voluto ricreare la ricetta tradizionale, ho trovato dei Cardi selvatici, quindi ho seguito alla lettera la bollitura tradizionale, ho preso del latte di mucca, ho preparato il formaggio e poi nel siero ho cotto i cardi, dopo averli puliti dai fili e dalle spine. Voi potete usare cardi coltivati e bollirli per circa 1 ora in acqua, un cucchiaio di farina e un poco di sale.
Un’antica ricetta anche per la pastella: unite l’acqua, la farina di semola, il sale, il pepe, un aglio tritato grossolanamente e il bicarbonato di sodio, amalgamate gli ingredienti.
La pastella dovrà avere una consistenza media, non molto liquida, nemmeno troppo densa, poi fate riposare l’impasto per circa 30 minuti.
Spezzettate i cardi aggiungete il peperoncino tagliato a pezzetti e dei cubetti di formaggio, tuffate il composto nella pastella, portate l’olio evo a circa 170 gradi, prendete una cucchiaiata di composto e friggete fino a far colorare le frittelle.
Servite caldi.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici https://www.youtube.com/user/calorifi1/

 

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.