Flan di patate e mortadella

Flan di patate e mortadella

Flan di patate e mortadella
Flan di patate e mortadella

Faccio parte dell’Associazione Italiana Food Blogger, domani parte un progetto in cui si raccontano le fortezze e i castelli sparsi in giro per la nostra bella Italia.
Oltre a parlare della fortezza e del territorio, pubblicheremo anche una serie di ricette riferite al territorio, io inizio con questo piatto tipico dell’appennino Tosco-Emiliano, quindi non potevano non usare la mortadella, eccovi la ricetta.

L’articolo è     VISITARE LA ROCCHETTA MATTEI A GRIZZANA MORANDI, BOLOGNA

Ingredienti per 4 persone

  • 600 g di patate
  • 100 + 100 g di mortadella
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano 24 mesi
  • 1 noce di burro
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio EVO q.b.

Ingredienti per la salsa

  • 150 g di latte intero
  • 150 g di brodo vegetale
  • 15 g di farina 00
  • 1 noce di burro
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

 

Preparazione

Bollite le patate in acqua salata, appena cotte spellatele e schiacciatele e deponete in ciotola capiente.
Aggiungete un uovo sbattuto, aggiustate di sale e pepe. Aggiungete il parmigiano 24 mesi grattugiato e la mortadella tagliata a pezzetti, una grattatina di noce moscata e amalgamate bene fino ad ottenere un composto cremoso.
Versate il composto in alcuni stampini imburrati, cuocete in forno a 160 gradi per 25 minuti circa, comunque tenete d’occhio quando si avvicina l’orario, devono risultare ben gonfi e dorati.
Mentre il flan cuoce preparate la salsa, tostate la farina in padella con il burro. In un tegame unite latte e brodo portate a ebollizione, aggiungete la farina tostata a pioggia, mescolate energicamente con una frusta fino ad ottenere corposa ma non troppo densa, regolate di sale e pepe.
Appena i flan saranno cotti, disponeteli in un piatto sovrapponendoli, spargete sopra la mortadella tagliata a bastoncini, che avrete abbrustolito in padella e infine versate la salsa.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici https://www.youtube.com/user/calorifi1/

 

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.