Filetti di Palamita in padella con granella di Mandorla, finocchi e carciofi

Filetti di Palamita in padella con granella di Mandorla, finocchi e carciofi

Filetti di Palamita in padella con granella di Mandorla, finocchi e carciofi
Filetti di Palamita in padella con granella di Mandorla, finocchi e carciofi

Questo piatto mi piace particolarmente perché unisce diversi sapori e consistenze che si abbinano benissimo.
Abbiamo due fresche insalate con una tendenza leggermente amarognola del carciofo mitigata dalla dolcezza della cipolla, con la nota croccate del finocchio, il pesce è cotto pochissimo, (quindi dovete utilizzare dei filetti che avete abbattuto preventivamente a questo link potete scoprire come fare e perché) cosparso con la granella di nocciole croccante e molto gustoso.
Per questa preparazione ho utilizzato i Muscoli Epiassiale (filetti superiori).

Ingrediente per 4 persone

600 gr di filetti di palamita
200 gr di granella di Mandorle triturata grossolanamente
4 carciofi, compresi i gambi
1 finocchio
1 cipollotti di tropea grosso o due piccoli
1 peperoncino aji Amarillo, o altro di vostro gradimento
Qualche oliva e qualche cappero
1 rametto di rosmarino
1 spicchio d’aglio
1 limone
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio EVO q.b.
Aceto di mele o di vino delicato q.b.

Preparazione

Iniziamo a preparare l’insalata di contorno perché deve marinare una diecina di minuti.
Spremete il succo di 1 limone in una ciotola larga, eliminate i semi, pulite i carciofi e i gambi tagliateli molto fini e man mano metteteli nella ciotola e rigirate in modo che il limone copra tutto. Pulite i gambi tagliateli fini e mettete anche questo nella ciotola.
Pulite il cipollotto, tagliatelo a fettine fini e aggiungete ai carciofi, mescolate bene, tagliate ¼ del peperoncino tagliateli a fili finissimi o grattugiatelo e unite al composto.
Aggiustate di sale e aggiungete un po’ d’olio EVO, mescolate bene, se vi va potete aggiungere qualche pezzetto di oliva e qualche cappero, poco comunque, coprite con della pellicola e fate amalgamare almeno 10 minuti ma se è mezzora è meglio.
Pulite il finocchio, con l’aiuto di una mandolina tagliatelo a fettine finissime, condite con poco sale poco olio e un goccio di aceto di mele, o di altro aceto delicato, essendo le fettine fini hanno una grande superficie e quindi se mettete tanto condimento si perde il sapote della verdura.
In una padella antiaderente fate tostare la granella di nocciole con un cucchiaino di olio EVO, versate la granella in un piatto ampio.

Prima di cuocere il pesce preparate i piatti, mette in fondo un po’ di finocchi e sopra l’insalata di carciofi.

In una padella versate dell’olio Evo, un rametto di rosmarino, il mezzo aji e lo spicchio d’aglio, fate insaporire l’olio e togliete sia l’aglio, il rosmarino e il peperoncino, friggete il filetto di palamita, per pochissimo 30 secondi per lato va bene.
Appena fritto deponete il filetto sopra la granella di Mandole fatela aderire, tagliate a pezzi deponete il pesce sopra i finocchi e servite.
Buon appetito

Se volete preparare delle ricette con pesce non perfettamente cotto, qui potete vedere cosa con viene fare per evitare problemi.

 https://blog.giallozafferano.it/peperonciniedintorni/anisakis/

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici


DSC07948

DSC08629

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.