Farhat – Il principe del deserto

Farhat – Il principe del deserto, Cristalli di pomodoro, Rosso e Giallo su roccia di ricotta al cacao e filetti di Habanero sciroppati

Cristalli di pomodoro, Rosso e Giallo su roccia di ricotta al cacao e filetti di Habanero sciroppati
Farhat – Il principe del deserto

Farhat – Il principe del deserto

Cristalli di pomodoro, Rosso e Giallo su roccia di ricotta al cacao e filetti di Habanero sciroppatiFarhat – Il principe del deserto è una serie televisiva a cartoni animati italiana prodotta nel 2005da Rai Fiction, Mondo TV e The Animation Band.
La storia parla di Farhat, un principe arabo che deve riunire i 7 cristalli per riformare il magico cristallo Shariman, distrutto dal malvagio demone Egokhan e liberare i suoi genitori. Grazie all’aiuto di Tilda, Ben, Alì e alla sua ombra, il nostro eroe riuscirà nell’intento e a liberare i suoi genitori.

Quando pensavo questa ricetta, assaggiando i prodotti, ho pensato a dei cristalli che uscivano da una roccia. La roccia è preparata con una crema di ricotta e cacao, i cristalli gialli con i pomodori datterini e quelli rossi con il S. Marzano, il tutto guarnito con dei filetti di Habanero Fatalii sciroppati al sole.
I peperoncini sciroppati rimangono morbidi quindi, più adatti all’utilizzo in questo piatto.

Ingrediente per 4 persone

Ingrediente cristalli di Datterini gialli

  • 100 g di succo di Datterini gialli
  • 45 g di zucchero + qualche cucchiaio per ricoprire le caramelle
  • 8 g di gelatina in fogli

Ingrediente cristalli di S. Marzano

  • 100 g di succo di S. Marzano
  • 50 g di zucchero + qualche cucchiaio per ricoprire le caramelle
  • 8 g di gelatina in fogli

Ingrediente Crema di ricotta

  • 250 g di ricotta di pecora asciutta
  • 60 g di zucchero
  • 2 – 3 cucchiai di cacao in polvere

Ingredienti Filetti di Habanero Fatalii sciroppati al sole

Preparazione cristalli di Datterini gialli

I datterini sono al naturale, quindi dopo aver scolato il liquido di governo, passate i datterini con un passino a maglia fine, pesate il liquido, ne servono 100 g.
Reidratate la gelatina in fogli, con qualche cucchiaio di acqua.
Mettete il succo di datterini in un pentolino, a fuoco basso, sciogliete lo zucchero, poi aggiungete la gelatina dopo averla strizzata, togliete dal fuoco amalgamate il tutto e fate riposare.
Prendete le formine per i cristalli, riempiteli e mettete tutto in frigo dopo un paio d’ore, togliete i cristalli dalle formine, passatele nello zucchero semolato e rimettete in frigo.

Preparazione cristalli di S. Marzano

I S. Marzano sono nel sugo di S. Marzano e quindi mettete il sugo e il pomodoro in un passino a maglia fine, pesate il liquido, ne servono 100 g.
Reidratate la gelatina in fogli, con qualche cucchiaio di acqua.
Mettete il succo di S. Marzano in un pentolino, a fuoco basso, sciogliete lo zucchero, poi aggiungete la gelatina dopo averla strizzata, togliete dal fuoco amalgamate il tutto e fate riposare.
Prendete le formine per i cristalli, riempiteli e mettete tutto in frigo dopo un paio d’ore, togliete i cristalli dalle formine, passatele nello zucchero semolato e rimettete in frigo.

Preparazione Crema di ricotta

Passate la ricotta in un colino fine aiutandovi con un cucchiaio, ripetere l’operazione per rendere il composto più cremoso, quando avete passato tutto, aggiungete lo zucchero semolato e ripassate il tutto nel colino, a questo punto la crema sarà setosa, veramente buona.
aggiungete il cacao poco alla volta fino ad ottenere il colore voluto, lasciate riposare per qualche minuto. Mi raccomando usate ricotta fresca di pecora ma bel scolata.

Preparazione Filetti di Habanero Fatalii sciroppati al sole

Mettere il peperoncino, a congelare per 24 ore, passato questo periodo, eliminate picciolo e semi, tagliate la polpa a fiammifero, se volete un prodotto finito meno piccante, eliminate la placenta, ma ve lo sconsiglio, perché lo zucchero riduce molto la sensazione di piccante. Il Fatalii giallo, dopo la sciroppatura diventa di un bell’arancio tramonto.
Scaldate 160 cc di acqua e fate sciogliere lo zucchero, fate freddare, versate sopra l’Habanero, coprite con pellicola resistente al calore e mettete al sole per 3 giorni, non è necessario ritiralo la sera in quanto è coperto.
Passati i 3 giorni li potete utilizzare subito, oppure conservarli, si conservano, con il suo sciroppo in barattolo ben chiuso al buio.

Impiattate

Nel piatto di sevizio, mettete alla base la ricotta, sopra infilzate i cristalli e infine guarnite con i filetti di Habanero

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

 

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.