Chips di Barbe Rosse

Chips di Barbe Rosse

Chips di Barbe Rosse
Chips di Barbe Rosse

La rapa rossa è una radice coltivata in tutta la zona del Mar Mediterraneo e, in generale, in tutta Europa. Si tratta di un tubero dal colore rosso rubino, da non confondere con la comune barbabietola da zucchero.
Questi ortaggi sono davvero preziosi per il benessere del nostro organismo, perché hanno proprietà antiossidanti, digestive, depurative e antisettiche.
Ma non è tutto, perché le rape rosse trovano ampio uso in cucina, per preparare alcune ricette con le foglie delle Barbe Rosse:
La Coppa dell’Amicizia con lo Pan Nero
Foglie di Barbe Rosse
Mi sono ritrovato con un bel po di barbabietole, alcune le ho preparate in insalata, Insalata di Barbe rosse e Jalapeno, alcune bollite ma oggi vi presento n una veste molto particolare, delle chips.

Ingrediente per 4 persone

500 gr Barbe Rosse
Sale q.b.
Peperoncino in polvere io ho usato dello Scotch Bonnet
Olio EVO q.b.

Preparazione

La preparazione e semplicissima, pulite le barbe, sbucciatele, prendete una mandolina e tagliate a fettine di circa un millimetro.
Deponete le fette su una teglia foderata di carta forno, fate in modo che non si attacchino le una alle altre.
Un filo do’Olio, salate e spolverate con del peperoncino in polvere.
Io non amo molto le polveri di peperoncino, ma qui è indispensabile, scegliete il peperoncino che preferite, io ho utilizzato Scotch Bonnet, perché è uno dei miei preferiti.
A questo punto infornate a 160 gradi per circa 10 minuti, tirate fuori e rimescolatele e rimettete in forno. Ora viene la parte dove serve attenzione, dovete controllare quando le fettine si cominciano a colorare, li dovete togliere, tirate fuori dal forno, togliete quelle cotte e continuate fino a quando tutte saranno croccanti.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Precedente Tartina di scarola, colatura di alici di Cetara e peperoncino Arancio di Stromboli Successivo Acciughe alla povera versione Cetara e ciu ciu

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.