Carciofi a lume di candela

Carciofi a lume di candela

Carciofi a lume di candela
Carciofi a lume di candela

Ho chiamato così questa ricetta perché quando abitavo in campagna, presso la stazione di Zappulla, nel Messinese, spesso in questo periodo andava via la corrente e ci si ritrovava a cenare con le candele, mia mamma, Serafina, preparava questo piatto povero, e il ricordo che ho è quella della famiglia attorno al tavolo che mangiava questi carciofi.
Questo oggi si potrebbe definire un contorno ma una volta era la portata principale, possiamo dire unica, un piatto povero, delle verdure, i carciofi, di cui non si scarta nulla, nemmeno le foglie dure.

Ingrediente per 4 persone

8 carciofi, gambi compresi
8 patate
2 coste di sedano
2 spicchi d’aglio
1 peperoncino a piacere
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio EVO q.b.

Preparazione

Pelate le patate e tagliate le a metà o in 4 se grosse, tagliate a pezzetti fini il sedano e l’aglio.
Pulite i carciofi togliete solo le foglie sciupate lasciate quelle dure, pulite i gambi dei carciofi
Rosolate, in una pentola dai bordi alti, con qualche cucchiaio di Olio evo, il sedano e l’aglio, quando si saranno rosolate, toglietela dal fuoco.
Disponente, nella pentola, prima i carciofi, poi le patate continuate con i gambi di carciofi, aggiungete il peperoncino, salate pepate e coprite con acqua.
Mettete sul fuoco, con la fiamma alta quando il liquido si sarà scaldato, abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 40 minuti.
Mettete nel piatto e servite, siccome abbiamo lasciato le foglie dure, bisogna mangiare facendo scorrere il denti sulle foglie, praticamente delle foglie esterne si mangia solo la parte finale, ma avvicinandosi verso il centro la parte edibile aumenta.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.