Crea sito

Bugs Bunny

Bugs Bunny

Bugs Bunny
Bugs Bunny

Bugs Bunny è un coniglio dei cartoni animati che appare nella serie Looney Tunes, ed è uno dei personaggi dell’animazione più famosi al mondo.

Bugs Bunny è noto per la sua celebre battuta “Che succede, amico?” (“Ehm… What’s up, doc?” nell’originale) e i suoi scontri con Taddeo, Yosemite Sam, Marvin il marziano, a volte pure Daffy, Rocky e Mugsy, Beaky Buzzard, Hazel e anche Wile E. Coyote, quando questi non è alle prese con Beep Beep. Quasi invariabilmente, Bugs Bunny esce vincitore da questi conflitti, perché fa parte della sua natura.
Gli autori preoccupati che il pubblico potesse perdere simpatia per un aggressore che vinceva sempre, Jones trovò il modo perfetto per rendere Bugs simpatico facendo sì che i suoi antagonisti usassero ripetutamente minacce, sbruffonate e scorrettezze.
Bugs Bunny è un equivalente moderno della figura mitologica dell’imbroglione.
per questo cartone ho preparato una coscia di Bunny….. coniglio, ripieno di pesto di foglie di carote e carote a bastoncino.

Ingrediente per 4 persone

4 cosce di coniglio
Le foglie di 1 mazzetto di carote
150 gr. gherigli di noci
40 gr di pecorino
4 bastoncini di pecorino
200 g di germogli di friarielli
1 aji Amarillo
1 carota
1 spicchio d’aglio
1 mandarino tardivo bio
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio EVO q.b.

Preparazione

Separate i gambi dalle foglie, lavatele e asciugatele bene. Io ho utilizzato un pestello di marmo.
Mettete nel pestello 50 g gherigli di noci, aggiungete le foglie e iniziate a pestare aggiungete un cucchiaio di Olio EVO e continuate a pestare, aggiungete pecorino e continuate a pestare a questo punto aggiungendo un po’ d’olio regolate di densità, aggiungete un pizzico di sale.
Disossate le cosce di coniglio, salate e pepate, all’interno spalmate il pesto, aggiungete un bastoncino di carota, un bastoncino di aji Amarillo, e i gherigli di noci, legate bene le cosce.
Mettete in teglia un filo d’olio e in forno a 180 gradi per circa 20 minuti, fate riposare un paio di minuti, togliete lo spago.
Saltate in padella i germogli di friarielli, con cucchiaio di Olio EVO e uno spicchio d’aglio, si devono cuocere ma rimanere croccanti.
pulite al vivo gli spicchi del mandarino, impiattate come da foto, infine una grattata di buccia di mandarino.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.