Auguri Serafina

Auguri Serafina

Auguri Serafina
Auguri Serafina

Oggi avresti festeggiato il compleanno e l’onomastico, sicuramente li stai festeggiando con gli angeli.

a ‘nsalata d’a sarsa di Mamma Serafina
a ‘nsalata d’a sarsa di Mamma Serafina

Ingredienti a ‘nsalata d’a sarsa Versione Tradizionale di Sarino

  • 1 pagnotta da 1 kg di semola di grano duro
  • 2 Melenzane
  • 2 pomodori maturi ma sodi
  • 2 peperoni
  • 4 peperoncini di 7 anni
  • 1 cipolla ramata
  • Qualche rametto di basilico Siciliano/Greco
  • Delle olive in salamoia, Alivi abbunati
  • Sale q.b.
  • Olio EVO q.b.

Preparazione a ‘nsalata d’a sarsa Versione Tradizionale di Sarino

Scansate le braci a formare una buca, mettete tutte le verdure intere, coprite con un po’ di cenere e sopra altra brace, dopo una mezz’oretta le verdure saranno pronte.

Prendete peperoni e peperoncini, metteteli in una busta di carta per 10 minuti, con della carata pulite le melenzane, sbucciate la cipolla, togliendo le foglie esterne.

Sbucciate i pomodori, a questo punto i peperoni e i peperoncini saranno pronti per essere spelati.

Tagliuzzate tutte le verdure, mettetele in una ciotola, denocciolate e tagliate a pezzetti le olive in salamoia, Alivi abbunati, condite con sale e olio evo.

Scavate la pagnotta, versate dentro l’insalata qualche minuto per fare inzuppare bene il pane con il condimento, unite qualche rametto di basilico Siciliano e servite, dividete il tappo della pagnotta in 4, all’inizio si inzupperà il tappo a pezzi nell’insalata poi si taglia la base in 4.

a ‘nsalata d’a sarsa di Mamma Serafina
a ‘nsalata d’a sarsa di Mamma Serafina

Ingredienti a ‘nsalata d’a sarsa Versione Calogero

  • 1 filoncino di pane di semola di grano duro
  • 2 Melenzane
  • 2 pomodori maturi ma sodi
  • 2 peperoni
  • 4 peperoncini di 7 anni
  • 2 peperoncini di 7 anni sott’olio
  • 1 cipolla ramata
  • Qualche rametto di basilico Siciliano/Greco
  • Delle olive in salamoia, Alivi abbunati
  • Sale q.b.
  • Olio EVO q.b.

Preparazione a ‘nsalata d’a sarsa Versione Calogero

Scansate le braci a formare una buca, mettete tutte le verdure intere, coprite con un po’ di cenere e sopra altra brace, sopra adagiare un griglia e tostate il pane che avrete tagliato a fettine, dopo una mezz’oretta le verdure saranno pronte.

Prendete peperoni e peperoncini, mettete in una busta di carta per 10 minuti, con della carata pulite le melenzane, sbucciate la cipolla togliendo le foglie esterne.

Sbucciate i pomodori, a questo punto i peperoni e i peperoncini saranno pronti per essere sbucciati.

Tagliate la melanzana, la cipolla e il pomodoro a fette, i peperoni e i peperoncini a filetti, denocciolate e tagliate a pezzetti le olive in salamoia, Alivi abbunati, tagliate a rondelle i peperoncini sott’olio.

Disponete le fette di verdure su un piano, salate e date un filo d’olio evo.

In un coppapasta mettete uno strato di melenzane, sopra uno strato di pomodori, uno strato di cipolla e un altro di peperoni e peperoncini, al centro inserite dei pezzetti di olive.

Continuate con uno strato di pomodori e un altro di melenzane, infine gli anellini di peperoncino sott’olio e dei rametti di basilico Siciliano, conosciuto anche come basilico a palla, perché se ben coltivato crea una sfera quasi perfetta. Aggiungete le fettine di pane che avevate tostato.

Mulincianii abbuttunati, versione di Sarino

mulincianii abbuttunati, le melanzane abbottonate Versione Tradizionale di Saro
mulincianii abbuttunati, le melanzane abbottonate Versione Tradizionale di Saro

Ingredienti per il sugo di pomodori

  • 1 kg di pomodori, maturi ma sodi
  • 1 cipolla rossa, picchì eni chiù duci, (perché è più dolce diceva Serafina)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 costa di sedano
  • 1carota
  • qualche rametto di Basilico
  • sale q.b.
  • olio EVO q.b.

Preparazione per il sugo di pomodori

Con un coltello affilato pelate tutti i pomodori, privateli dei semi, ci vuole un po’ di tempo, ma va fatto.

Tagliuzzate il pomodoro a pezzetti, mettete un po’ di sale, versate in un colino e lasciate riposare. Non buttate l’acqua che filtra perché la useremo.
Tagliate la cipolla, il sedano e la carota a fettine, pelate l’aglio.
Rosolate sedano, carota, cipolla e aglio in una padella capiente con dell’olio EVO, quando tutto si sarà rosolato mettete i pomodori, coprite e fate cuocere a lungo. Dopo un’oretta circa aggiustate di sale, aggiungete l’acqua di pomodoro e fate cuocere ancora un’ora.
Verrebbe da chiedere perché separare l’acqua se poi la rimettiamo nella preparazione? vi rispondo come diceva Mamma, Iacqua e ogghiu sunnu comu u diavolo e l’acqua santa, (acqua e olio sono come il diavolo e l’acqua santa)

Ingredienti per le melenzane

  • Melenzane
  • Provola dei nebrodi
  • Aglio
  • Delle olive in salamoia, Alivi abbunati
  • Erbe aromatiche a piacere menta, origano, prezzemolo, basilico….
  • Acciughe sott’olio
  • Sale q.b.
  • Olio EVO q.b.

Preparazione

Pulite le melenzane. Eliminate il picciolo, incidete lateralmente, salate i tagli e mettetele in un colino per qualche ora, uscirà dell’acqua di vegetazione, amarognola.
Pulite l’aglio, tritatelo insieme a menta e basilico e inserite il trito nelle tacche delle melanzane, aggiungete poi qualche pezzetto di oliva e uno di acciuga.
Friggete in olio evo, mettete in un piano inserite una fettina di provola dei Nebrodi in ogni taglio.
Rimettete la padella con il sugo sul fuoco, aggiungete le melenzane e fate amalgamare, girando in modo che tutte le parti si insaporiscono con il sugo.
Nel piatto versate il sugo di pomodori, sopra disponete 3 melenzane, infine guarnite con delle erbe aromatiche.

mulincianii abbuttunati, le melanzane abbottonate Versione Calo
mulincianii abbuttunati, le melanzane abbottonate Versione Calo

Mulincianii abbuttunati, versione di Calogero

Come dicevo prima, questa ricetta è nata per usare le melanzane piccole quelle che non hanno raggiunto la pezzatura per essere vendute, o non perfette. L’ingegno e il bisogno ha trasformato un prodotto di “scarto”, in una deliziosa pietanza della cucina povera. La mia ricetta parte dalla tradizione perché userò delle melenzane piccole e non perfette con un impiattamento moderno.
Per il sugo di pomodori ho utilizzato la stessa preparazione di Saro, quindi non sto a riscriverla. Nella ricetta ho aggiunto dei dischetti di pane, perché quando ero piccolo aiutavo mamma ad impastare il pane, un ricordo bellissimo.

Ingredienti per le melenzane

  • 4 Melenzane piccole
  • 4 fette di pane di semola di Grano duro
  • Provola dei nebrodi
  • Aglio
  • Delle olive in salamoia, Alivi abbunati
  • Erbe aromatiche a piacere menta e basilico
  • Acciughe sott’olio
  • Sale q.b.
  • Olio EVO q.b.

Preparazione

Ricavate dei dischi dalle fette di pane, un filo d’olio e tostate in padella per qualche momento.
Pulite le melenzane, eliminate il picciolo, tagliatele in diagonale 2/3 e 1/3, pelate la parte più piccola creando dei fili di buccia.

Incidete la polpa della parte grande, salate i tagli e mettete le melenzane in un colino per qualche minuto, essendo piccole e con tagli profondi non è necessario tanto tempo.
Pulite l’aglio, tritatelo insieme a menta e basilico e inserite il trito nelle tacche delle melanzane, aggiungete poi qualche pezzetto di oliva e uno di acciuga
Friggete in olio evo i fili di bucce, appena si saranno colorate toglietele e salatele, poi friggete quelle tagliate in 2/3 dalla parte della polpa, quindi inserite dei pezzetti di provola dei Nebrodi e friggete dalla parte della buccia.
Rimettete la padella con il sugo sul fuoco, aggiungete le diagonali di melenzane e fate amalgamare.
Nel piatto versate qualche cucchiaio di sugo di pomodoro, sopra disponete 3 olive a 120 gradi, il disco di pane, sopra la melanzana, ancora un cucchiaio di sugo, infine guarnite con i fili di buccia di melenzane fritte.
Scegliete la ricetta che volete, preparatela, gustatela e mentre la gustate pensate a Serafina in tutta la sua solarità.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici https://www.youtube.com/user/calorifi1/

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.