Crea sito

Alici Arraganate

Alici Arraganate

Alici Arraganate
Alici Arraganate

Alici Arraganate, ogni città italiana affacciata sul mare ha la sua ricetta tipica con le Acciughe o alici, un pesce azzurro saporito, salutare e alla portata di tutte le tasche.
Tutte le regioni del sud Italia hanno una propria ricetta in cui abbinano le acciughe o alici con l’origano.
Il primo nella storia a parlare dell’origano fu Teofrasto (371 a.C. – 287 a.C.) il filosofo e botanico greco antico discepolo di Aristotele nei suoi trattati di botanica e, sempre a riprova delle proprietà dell’origano, lo stemma della facoltà di Medicina di Parigi reca l’immagine di tre cicogne che portano, ciascuna, un rametto di origano nel becco.

stemma della facoltà di Medicina di Parigi
stemma della facoltà di Medicina di Parigi

Due sono le leggende parlano dell’origano.

  • La prima e più antica, narra che fu Afrodite a creare l’origano e che questi lo facesse crescere abbondante nei suoi giardini e alle pendici del monte Olimpo. Da qui l’origine greca del suo nome, oros ganos, delizia del monte, che la popolazione scelse per la profumata erba.
  • La seconda, invece, racconta la storia di Amaraco, un principe dell’isola di Cipro che amava creare profumi e che era sempre alla ricerca di quello perfetto. Un giorno finalmente riuscì a crearlo e decise di donarlo al re, ma l’ampolla che conteneva il profumo sfortunatamente cadde e si ruppe e il principe morì per il dispiacere. Gli dei però ebbero compassione di lui e decisero di trasformarlo in una pianta che avesse il profumo più buono dell’universo, ossia l’essenza che Amaraco stesso aveva creato: l’origano.

Ingredienti per 4 persone

Preparazione

Pulite le acciughe eliminate interiora, lische e teste lavatele possibilmente in acqua salta poi mettete a scolare.
In una padella scaldate dell’olio evo con l’aglio tagliato a pezzi e il peperoncino diavolicchio di diamante, quando l’aglio e dorato aggiungete le alici, l’origano fresco tritato, fate cuocete per alcuni minuti scuotendo spesso il tegame.
Spruzzate le alici con l’aceto, fatelo evaporare, aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetti, un pizzico di sale, e l’origano secco, cuocete fino a cottura dei pomodori.
Scavate la pagnotta togliete l’interno a formare una ciotola, appena le alici sono cotte versate il contenuto della padella nella pagnotta di pane e servite. Si possono consumare calde, ma anche tiepide o fredde sono gustose.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

https://www.youtube.com/user/calorifi1/

Pubblicato da peperonciniedintorni

Calogero Rifici nato a Mirto (ME) nel lontano 13 aprile 1958, sono Perito Meccanico e studio cucina, fotografia, elettronica, informatica, ec, ec. Nel 1982 mi sono trasferito a Firenze, per lavorare nel primo impianto di smistamento d’Italia, nel 1984 mi sono sposato con Marina e ci siamo trasferiti a Livorno, sul mare, perché ci nasce sul mare difficilmente ci rinuncia. Per circa 6 anni ho insegnato Office automation in una scuola superiore, ho tenuto diversi corsi di informatica in diverse aziende. Per tanti Anni ho lavorato come specialista infrastrutture per una grande azienda di servizi, mi occupo di sicurezza. Dal gennaio 2019 sono libero professionista, nel campo enogastronomico Dal 2002 sono membro dell’accademia del peperoncino, dal 2008 sono Sommelier Fisar delegazione Livorno. Da 2013 ho un blog, www.peperonciniedintorni.it dove pubblico notizie enogastronomiche e ricette. Quando nelle ricette uso ingredienti particolari, prima spiego gli ingredienti che uso e poi illustro le ricette. Le mie ricette sono o tradizionali o di mia creazione, cerco di valorizzare i prodotti che uso. Faccio parte della delegazione Slow Food di Livorno, e cerchiamo di far conoscere la natura, specialmente ai bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.