Crea sito

20 anni in nome della biodiversità

20 anni in nome della biodiversità

20 anni in nome della biodiversità
20 anni in nome della biodiversità

Dall’Arca del Gusto ai Presìdi: il racconto di come la biodiversità ha cambiato il percorso di Slow Food, intrecciandosi alle storie di migliaia di piccoli produttori in tutto il mondo

sabato 17 ottobre 2020, ore 11
In presenza

Nuvola Lavazza, Via Ancona 11/A Torino

In streaming

www.terramadresalonedelgusto.com

Intervengono:

Serena Milano, segretaria generale della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus
Il lavoro di Slow Food sulla biodiversità
Francesco Sottile, comitato esecutivo di Slow Food Italia, docente dell’Università di Palermo
L’incontro fra i progetti di Slow Food e la ricerca scientifica
Raccontano il futuro dei Presìdi Slow Food quattro giovani, in rappresentanza della seconda generazione di produttori:
Lucia e Nicola Ceccarelli, Presidio Slow Food del vino santo affumicato dell’Alta Valle Tevere (Perugia, Umbria)
Lorenzo Agatiello, Presidio Slow Food del cardo gobbo di Nizza Monferrato (Asti, Piemonte)
Manuel Gambon, Presidio Slow Food della pitina (Pordenone, Friuli Venezia Giulia)

Conclude:

Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Con i contributi video di:

François Borel, produttore del Presidio della brousse du Rove, Francia
Alexandre Fricker, direttore di Slow Food Svizzera
Liliana Vargas, referente dei progetti Slow Food in Colombia
Sveva Sagramola, conduttrice di Geo, Rai 3
Modera: Carla Coccolo, responsabile eventi Slow Food

A distanza di vent’anni dall’esordio dei Presìdi Slow Food, è possibile un bilancio. Custodire un territorio, una razza animale locale, una vecchia varietà vegetale o anche un formaggio, un pane, un dolce crea economie: piccole economie locali dalle quali ripartire se si vuole dare un futuro al nostro pianeta. I Presìdi sono un esempio per chi crede che dai saperi, dai semi, dalle tecniche di lavorazione trasmesse dal passato sia possibile costruire un nuovo modo di produrre cibo in armonia con la natura.
Terra Madre Salone del Gusto prosegue nel suo viaggio verso il Congresso internazionale di Slow Food (a Torino il prossimo aprile). L’evento propone un palinsesto di migliaia di iniziative organizzate dalla rete Slow Food in 160 Paesi del mondo e coinvolge il pubblico in eventi digitali, fisici e diffusi disponibili sulla piattaforma on line www.terramadresalonedelgusto.com.
Terra Madre Salone del Gusto è organizzata da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino con il patrocinio di Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ed è resa possibile grazie al sostegno delle aziende che credono nel progetto. Tra tutte citiamo i Platinum partner: Pastificio Di Martino, Unicredit, Lavazza, Acqua S.Bernardo, Quality Beer Academy; i Gold partner: Agugiaro&Figna, Astoria, BBBell. Con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Associazione delle fondazioni di origine bancaria del Piemonte. Con il contributo di IFAD, UE. In collaborazione con SANA e Turismo Torino e Provincia.

PER PARTECIPARE ALLA CONFERENZA E’ OBBLIGATORIO CONFERMARE LA PROPRIA PRESENZA SCRIVENDO A PRESS@SLOWFOOD.IT

Fonte SlowFood.it

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://twitter.com/@calorifi
https://www.pinterest.it/calorifi/
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici
https://www.youtube.com/user/calorifi1/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.