La Scaccia Al pomodoro Ragusana senza glutine

LA SCACCIA RAGUSANA SENZA GLUTINE.
Oggi con orgoglio, vi porto nella mia Ragusa e vi faccio assaggiare, virtualmente, questo piatto iconico della mia città.
Insieme alle Briosche con granita, ai cannoli, i ravioli di ricotta, se verrete a Ragusa, sapete già dovrete assaggiare anche le scacce.
Vedo tante imitazioni delle scacce, chi chiude solo i due lembi, chi le fa’ quasi a cannolo, ma l’unica vera scaccia è quella Ragusana, cioè fatta di tanti strati interni.
Ragusa e Modica si contendono la paternità delle Scacce, ma entrambe le preparano in un modo differente tra loro.
Rappresentano il nostro piatto tipico di Natale con le altre varianti, verdure, ortaggi, ma io personalmente li preparo 1-2 volte al mese e preferisco le classiche al pomodoro e formaggio.
Alla base abbiamo semplici ingredienti come farina di grano duro, lievito, sale e olio, a bassa idratazione, 1 ora 1 e mezza di lievitazione circa.
Gli ingredienti per il ripieno sono vari, possiamo trovarle con spinaci e uvetta, ricotta e cipolla, ricotta e salsiccia ecc.
Oggi vi illustrero’ la scaccia con pomodoro, basilico e abbondante caciocavallo semi stagionato ragusano, piu’ un po’ di grana grattuggiato.
Come dicevo, caratteristica della “scaccia al pomodoro” sono le pieghe che ha all’interno, infatti si tratta di un grande foglio di pasta, stirato molto sottile condito con pomodoro e formaggio con cottura di 25 minuti.
Io ve le proporrò senza glutine, ma voi potete usare la farina di grano duro.

  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone

  • 350 gfarina per pane senza glutine
  • 220 mlacqua tiepida
  • 3 cucchiaiOlio evo
  • 4 gLievito di birra
  • 1 cucchiainosale

Per il ripieno

  • 500 mlpassata di pomodoro
  • 5 cucchiaicaciocavallo semi stagionato grattug/parmiggiano
  • 8 fogliebasilico fresco
  • q.b.sale
  • 300 gA PEZZI CACIOCAVALLO RAGUSANO SEMISTAGIONATO

Preparazione la scaccia

  1. Iniziamo dalla salsa: facciamola cuocere per 10 minuti condita di olio, sale, un po’ di zucchero, se volete, e basilico fresco, e lasciamo raffreddare.

    Ciò che rende le scacce gustose, sono gli ingredienti che devono essere freschi ben conditi e abbondanti!

    Iniziamo a impastare o in un piano, o con la planetaria, mettendo la farina al centro facciamo sciogliere il lievito con un po’ di acqua calda, impastiamo e aggiungiamo l’olio e il sale.

    Se usate la planetaria, spostate l’impasto in un piano infarinato impastate a mano qualche minuto.

    Formate 2 /3 panetti e mettete a riposare 60 min sotto un canovaccio pulito.

  2. Mentre i panetti riposano, ci dedichiamo alla salsa, che si sarà gia’ raffreddata, aggiungeremo il caciocavallo a pezzi e il formaggio grattuggiato.

  3. Per stendere il panetto Io uso un piano di legno, a voi servirà un ripiano ampio che spolvererete di farina.

    Iniziamo col primo panetto, usando il mattarello iniziamo a stendere, importante che la pasta non si attacchi quindi infarinate spesso sopra e sotto.

    Dovete formare un foglio molto sottile di pasta.

  4. Mettete per primo olio su tutta la superficie e la salsa col caciocavallo.

  5. Adesso iniziamo a fare le pieghe come vedete in foto. Importante che abbiate steso la pasta in maniera molto sottile e che la salsa non sia calda.

  6. Una volta chiuso a fazzoletto, se serve aiutandovi di una paletta per torta, mettete la scaccia in una teglia antiaderente SENZA olio sulla superficie.

    Potete infornarla subito, o aspettare di preparare le altre. Io la inforno subito.

    Infornate a forno statico a 240 gradi per 25 minuti.

  7. Appena sfornate lasciatele raffreddare all’aperto se le volete croccanti 10minuti, altrimenti copritele con un canovaccio così diventeranno morbide.

    Potete preparare la mattina per la sera, o a metà pomeriggio. Consiglio di non mangiarle bollenti ma di aspettare almeno 20minuti per gustarli al meglio.

    Si conservano in frigo per 1- 2giorni, a me piacciono fredde senza bisogno di scaldarle in forno, eventualmente scaldatele pochi minuti.

  8. Suggerimento: può capitare che dopo averla chiusa, nel passaggio in teglia, si può aprire o rompere, non c’è problema, mettetela in teglia e infornate.

/ 5
Grazie per aver votato!